Bambino picchiato con corde e cavi elettrici, in carcere la madre e compagno di lei

 
Chiama o scrivi in redazione


Bambino picchiato con corde e cavi elettrici, in carcere la madre e compagno di lei

Bambino picchiato con corde e cavi elettrici, in carcere la madre e compagno di lei

Dieci anni di carcere per lui ed otto per lei. E’ la pena inflitta ieri pomeriggio dal tribunale di Terni a una coppia di romeni accusati di corruzione di minorenne, maltrattamenti e violenza sessuale aggravata nei confronti di un bimbo di appena sette anni, figlio della donna. E’ quanto riporta oggi il Messaggero dell’Umbria.

I due furono arrestati nel novembre del 2016 dagli agenti della squadra Mobile di Terni, al termine di un’indagine e coordinata dal magistrato Elisabetta Massini. Violenze continue portate avanti dal nuovo compagno della madre. La donna tra l’altro si prostituiva nella stessa abitazione dove vivevano.

Violenze anche davanti alle telecamere nascoste dalla polizia per tre settimane. Il bambino veniva picchiato con schiaffi e colpito anche con corde e cavi elettrici per avere la sola colpa di piangere o non mangiare tutto quello che gli veniva messo sul piatto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*