Aveva un coltello e droga con sé, e non doveva essere in Italia. Espulso!

a seguito di un alert alloggiati pervenuto presso la Sala Operativa

Massacra di botte la compagna, era stata a una festa di compleanno, arrestato

Aveva un coltello e droga con sé,
e non doveva essere in Italia. Espulso!

Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di un alert alloggiati pervenuto presso la Sala Operativa della Questura, si è portato presso una struttura di accoglienza e ricovero notturno per senza fissa dimora del capoluogo ove era stata segnalata la presenza di un soggetto destinatario di un dispositivo di rintracciamento , in quanto irregolare sul territorio nazionale.

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico lo hanno trovato, intento a passeggiare, mentre stavano per raggiungere la struttura di accoglienza.

Dopo averlo fermato, gli operatori hanno chiesto all’uomo di fornire le proprie generalità. Non convinti dell’esattezza dei dati dichiarati, i poliziotti lo hanno accompagnato in Questura per una identificazione mediante il rilevamento dattiloscopico.

Gli ulteriori accertamenti condotti hanno permesso di appurare che il 53enne, di origini tunisine, era gravato da numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. Dagli stessi, inoltre, gli agenti hanno potuto verificare l’irregolarità dell’uomo sul territorio nazionale in quanto destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Questore della provincia di Perugia.

Da un controllo più approfondito, gli operatori della Squadra Volante hanno trovato occultato un coltello serramanico nella tasca anteriore del giubbotto e due involucri di cellophane contenenti della sostanza stupefacente del tipo eroina nei calzini.

Terminate tutte le formalità di rito, l’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di possesso di oggetti atti ad offendere, detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, false generalità e inosservanza dell’ordine di espulsione da parte del Questore della provincia di Perugia.

Il tunisino è stato inoltre messo nella disponibilità dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Perugia dove sono state avviate le pratiche per la sua espulsione dal Paese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*