Inaugurata la 47esima edizione della Sagra della Porchetta di Costano

Inaugurata la 47esima edizione della Sagra della Porchetta di Costano

Il maltempo e le forti piogge che venerdì 19 agosto hanno colpito l’Umbria non hanno messo paura a Costano, che ha inaugurato la 47esima edizione della Sagra della Porchetta. Al taglio del nastro era presente anche Alexander Knahn, il sindaco di Höchberg comune gemellato con Bastia Umbra. Il Primo Cittadino tedesco, insieme al presidente del Gruppo Giovanile di Costano, Simone Bordichini, al sindaco di Bastia Umbra, Paola Lungarotti, e a Frate Stefano, hanno dato inizio alle danze.

È ritornata, dunque, la Sagra della Porchetta di Costano, dopo tre anni di assenza a causa della pandemia. Saranno 10 giorni di allegria e spensieratezza, all’insegna del buon mangiare e della musica, con le migliori orchestre italiane.

È stata l’orchestra spettacolo da ballo liscio Castellina-Pasi ad aprire la prima serata, ma ogni giorno ci saranno tante altre orchestre favolose, da Rossella Ferrari a Matteo Tassi, da Omar Lambertini a New Tropical. Spettacolo con inizio alle 21,30.

L’accesso all’area della sagra potrà essere fatto già dalle ore 17, quando apriranno il chiosco della porchetta di asporto e il bar. Gli stand gastronomici e l’angolo del ghiottone apriranno rispettivamente alle ore 19 e alle ore 20.

La Porchetta sarà la padrona in assoluto: la “regina” del buon gusto e del sapore. La presenza di altri ingredienti la rendono unica e particolare, ma anche buona da mangiare da sola.

Al centro dell’attenzione il prodotto tipico di Costano, la porchetta, con tutta la sua storia.

Sarà possibile mangiare la “porchetta in bellavista”, con pecorino frescoolivesalame e torta al testo o all’interno di un semplice panino. Oppure le tante le pietanze della taverna, come gli squisiti “Gnocchi del porchettaio”, il classico “Pig Burger”. Anche quest’anno ci sarà lo “stinco del maiale” al forno con patate arrosto. Senza dimenticare le “dolcissime crêpe” o altri dolci all’Angolo del Ghiottone, le buone birre e vini alla spina, insieme alle classiche bevande.

La novità di quest’anno è l’accoppiata “Panino ‘nco la bevuta”, cioè panino con porchetta più una bibita a scelta tra birra alla spina, Coca Cola, vino o acqua.

Tante le attività in queste giornate. Il Gruppo Giovanile di Costano ricorda che è possibile visitare il Museo del Porchettaio. Un piccolo laboratorio in miniatura che mostra come si realizza la porchetta, ma soprattutto come veniva fatta tanti anni fa. Le fasi di preparazione della porchetta erano scandite secondo un preciso rituale. Si tratta un luogo storico documentato, dove un interessante materiale archivistico, belle immagini fotografiche d’epoca sulla lavorazione della porchetta, rievocano un pezzo di storia. Il “Museo del Porchettaio” è possibile visitarlo nei giorni della sagra. Si accede dalla piazza dalle ore 20 in poi.

Per tutte le informazioni basta consultare il sito internet della sagra della Porchetta www.sagradellaporchettadicostano.com o i social a partire dalla pagina Facebook fino ad arrivare ad Instagram.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*