Freddo e gelo? Sentiamo la “meteorina”, da uomini e donne, Veronica Ursida

 
Chiama o scrivi in redazione


Freddo e gelo? Sentiamo la "meteorina", da uomini e donne, Veronica Ursida

Freddo e gelo? Sentiamo la “meteorina”, da uomini e donne, Veronica Ursida

Tempo: previsioni delle ore 15 per domani

3bmeteo.com comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani. Al Nord alta pressione e cieli sereni su tutte le regioni, salvo un po” di nubi basse sulla Liguria orientale e foschie nottetempo lungo il Po. Temperature in aumento, massime tra 13 e 17. Al Centro locali addensamenti di tipo medio-basso su ovest Sardegna, Toscana e Umbria; tempo stabile e soleggiato altrove. Temperature in rialzo, massime comprese tra 14 e 18. Al Sud stabilità e bel tempo su tutte le regioni, grazie al dominio dell” alta pressione. Temperature in generale aumento, massime comprese tra 13 e 17.

Tempo: previsioni delle ore 15 per domani

3bmeteo.com comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani. Al Nord alta pressione e cieli sereni su tutte le regioni, salvo un po” di nubi basse sulla Liguria orientale e foschie nottetempo lungo il Po. Temperature in aumento, massime tra 13 e 17. Al Centro locali addensamenti di tipo medio-basso su ovest Sardegna, Toscana e Umbria; tempo stabile e soleggiato altrove. Temperature in rialzo, massime comprese tra 14 e 18. Al Sud stabilità e bel tempo su tutte le regioni, grazie al dominio dell” alta pressione. Temperature in generale aumento, massime comprese tra 13 e 17.

Dopo i caldi giorni della merla, dopo il mite giorno della Candelora, dopo gli alberi in fiore ci siamo ormai rassegnati all’idea che l’inverno sia finito senza averci fatto mai battere i denti e che la primavera ormai sia giunta. Con rammarico quindi mettiamo via felpe e maglioni e ci avviamo a vivere la bella stagione in attesa di una prevista bollentissima estate. Ma l’inverno prima di andare a riposo ed uscire di scena ha intenzione di farci una sorpresa. Secondo le previsioni a lungo termine per marzo e aprile, proprio quando penseremo di essere ormai fuori dai rigori invernali tornerà prepotentemente in scena il gelo. E solo allora sull’inverno 2020 calerà il sipario.

Il prosieguo di febbraio e anche l’inizio di marzo proseguirà senza scossoni. Le temperature saranno miti, ben oltre le medie stagionali, le precipitazioni scarse e il cielo tendenzialmente soleggiato. Insomma a grandi passi entreremo in primavera – e in parte già ci siamo – con i fiori che sbocceranno e la natura che si sveglierà. Tutto ciò succede perché il Vortice Polare è compatto e sul Mediterraneo comanda l’Alta Pressione delle Azzorre. Ma qualcosa potrebbe cambiare a marzo inoltrato.

Secondo delle previsioni potrebbe accadere che l’attesa rottura del Vortice Polare accada proprio alla fine dell’inverno. Con l’aumento dell’irraggiamento solare potrebbe verificarsi un indebolimento del Vortice Polare e la sua successiva rottura. Questo provocherebbe che l’aria gelida del Polo Nord discenda verso l’Europa del Sud e quindi l’Italia. A quel punto si creerebbe lo scontro con l’aria mite già presente nel nostro Paese che avrebbe come conseguenza fenomeni meteorologici estremi.

A questo colpo di coda invernale farà seguito un super caldo per aprile che porterebbe a fenomeni temporaleschi molto violenti. Pasqua quindi potrebbe essere segnata dal maltempo. Insomma il freddo e le piogge che non ci sono state in questi ultimi mesi potrebbero verificarsi nei mesi di inizio primavera 2020.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*