La macchina organizzativa del ProSceniUm è già al lavoro

La seconda edizione del Festival si terrà il 26 ottobre al Lyrick di Assisi. Molte sono le novità e tante le conferme

La macchina organizzativa del ProSceniUm è già al lavoro

La macchina organizzativa del ProSceniUm è già al lavoro

Assisi – La macchina organizzativa del “ProSceniUm Città di Assisi – Festival della canzone d’autore” già lavora a pieno ritmo. Molte sono le novità in programma, così come le conferme. Il Festival, che si terrà il prossimo 26 ottobre sempre nella splendida cornice del Teatro Lyrick, ha già avuto il patrocinio della Siae (Società Italiana degli Autori ed Editori), della Regione Umbria e del Comune di Assisi.

Tra le novità di maggior rilievo di questa edizione c’è l’estensione dell’orchestra sinfonica da 30 a 35 strumenti, con aggiunta di arpa e percussioni. Aumenta anche il montepremi che da 1000 euro passa a 3000 euro. Ultima novità di questa seconda edizione – almeno per ora – è l’introduzione della semifinale, in programma il prossimo 14 giugno sempre al Teatro Lyrick di Assisi, che vedrà in gara 24 cantanti che si esibiranno dal vivo.

ProSceniUm gode del patrocinio della SIAE

Tra le conferme, invece, c’è la partnership con il Centro Commerciale Collestrada, dove i finalisti si esibiranno il pomeriggio del 27 ottobre, ed il premio di solidarietà “Canticum – Birra Flea” (in denaro), assegnato ad un’associazione non lucrativa di utilità sociale (onlus) che, abbracciando totalmente lo spirito e la Dottrina francescana, abbia in qualsiasi modo sostenuto e perorato progetti umanitari o socialmente utili.

Il Festival è ideato ed organizzato dall’Associazione “ProSceniUm – Progetto Scenico Umbro”, fondata dagli umbri Roberto Lipari e Loredana Torresi (direttori artistici), Gianni Marcantonini e Federico Castagner (direttori di produzione), Andrea Vitali e Niccolò Borghi (performer). Anche quest’anno la direzione musicale sarà curata da Paolo Ciacci, titolare della cattedra di “Strumentazione e composizione per orchestra di fiati” presso il Conservatorio “Morlacchi” di Perugia. Obiettivo del Festival è quello di scoprire cantautori emergenti promuovendo, allo stesso tempo, il territorio umbro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*