Inquinamento, Lago Piediluco, nessuna contaminazione da metalli pesanti

Lago Piediluco, nessuna contaminazione da metalli pesanti

Inquinamento, Lago Piediluco, nessuna contaminazione da metalli pesanti. “Nessuna contaminazione da metalli pesanti, né alcun pericolo per il turismo.” Lo afferma l’assessore Benedetta Salvati in merito alla stato delle acque del lago di Piediluco.

“L’ordinanza emessa dal sindaco – precisa l’assessore – è scaturita dagli esiti delle verifiche eseguite da Arpa nei 4 punti di controllo della balneabilità del lago nel corso dei quali è stato rilevato un valore non conforme del parametro microbiologico escherichiacoli. Lo sforamento – aggiunge l’assessore – è limitato al solo punto denominato centro urbano.

Per un verso, quindi, non vi è, come detto,  alcuna contaminazione da metalli pesanti. Per l’altro, non sussiste alcun pregiudizio per l’attività turistica  nel corso della settimana di Ferragosto, atteso che il provvedimento limitativo non interessa le spiagge che sono la meta abituale di numerosi turisti che  negli ultimi anni sono tornati a rivitalizzare il luogo.

In ogni caso – rileva ancora l’assessore Salvati – a seguito della non conformità riscontrata, Arpa, come da protocollo, ha provveduto con campionamenti aggiuntivi/integrativi i cui esiti saranno resi noti nella mattinata di lunedì. Ove i rapporti di prova ufficiali accertassero il rientro nei parametri, vista anche la natura della contaminazione, il lago di Piediluco potrà tornare ad essere di nuovo balneabile anche in quell’area.

Colgo l’occasione per precisare – conclude l’assessore –  che la contaminazione accertata è di tipo organico, presumibilmente di origine fognaria,  e potrebbe essere dovuta ad un malfunzionamento della fognatura pubblica o dalla presenza di eventuali scarichi domestici anomali. Per questo è stato subito richiesto al SII di effettuare una immediata verifica funzionale sulla rete. La nuova amministrazione è comunque intenzionata ad affrontare in modo definitivo il problema della qualità delle acque, in modo da evitare il ripetersi di simili situazioni. A tal fine sarà richiesta la convocazione urgente del tavolo di coordinamento del Piano Stralcio 3 del lago di Piediluco, così da sviluppare un adeguato sistema di verifiche, controlli e azioni conseguenti.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*