Umbria Jazz 2016 240 eventi e questa sera #UJ16 ospita Massimo Ranieri

'round midnight nella stupenda Basilica di San Pietro, avrà come protagonisti Paolo Fresu

Giunta comunale, varato il piano di protezione civile per Umbria Jazz 2018

Umbria Jazz 2016 240 eventi e questa sera #UJ16 ospita Massimo Ranieri Con il via dei concerti no stop  all’aperto e gratuiti, formula che evoca l’Umbria Jazz stradaiola degli anni 70, è cominciata oggi l’edizione 2016, che si concluderà domenica 17 dopo circa 240 eventi.  Il clou della prima giornata di festival sarà questa sera, con due momenti molto diversi tra loro: il primo è il concerto di Massimo Ranieri che presenterà dal vivo il suo progetto “Malìa”, ovvero belle canzone napoletane degli anni 50 e 60 rivisitate con il linguaggio del jazz, quindi in una versione “americana”.

L’idea è di riprendere le influenze della musica a stelle e strisce che si diffusero in Italia, con al centro proprio Napoli, a partire dagli anni del dopoguerra. Al fianco di Ranieri, sul palco dell’arena Santa Giuliana (ore 21) un quintetto all stars del jazz italiano: Enrico Rava alla tromba, Stefano Di Battista ai sassofoni, Rita Marcotulli al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria. Il secondo momento, ‘round midnight nella stupenda Basilica di San Pietro, avrà come protagonisti Paolo Fresu ed il coro polifonico A Filetta, sigla storica della musica tradizionale della Corsica, fondato nel 1978. Il progetto si intitola “Mistico Mediterraneo”  ed è documentato da un disco Ecm, il secondo di Fresu per l’etichetta bavarese. Il repertorio comprende testi tradizionali di carattere sacro e profano, più materiale originale che si inserisce con naturalezza nel contesto generale di “Mistico Mediterraneo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*