Ritiro deleghe Dominci, Grimani, Pd, Lega detta legge

la città è succube delle divisioni interne di un partito che non sa gestire il potere

Senatore Grimani replica a Lucidi su esautoramento commissari sisma

Ritiro deleghe Dominci, Grimani, Pd, Lega detta legge

Con il ritiro delle deleghe all’assessore Dominici, che di fatto lo estromette dalla Giunta, l’amministrazione comunale di Terni ammette quello che da tempo era ben noto: è la Lega a dettare legge, con gli altri partiti ridotti a mero contorno.

Ancora una volta, il sindaco Latini ha preferito nascondere ai cittadini quella verità che Dominici, nella sua recente intervista aveva messo in luce: la città è succube delle divisioni interne di un partito che non sa gestire il potere, perché non ha gli uomini e non ne è capace e che ha come unico scopo il mantenimento del consenso attraverso la propaganda piuttosto che il bene dei cittadini con i fatti.

Una giunta divisa e bloccata su tutto, che quando non è impegnata a risolvere le beghe di partito, si preoccupa di  togliere ai giovani, alle persone in difficoltà, agli anziani e ai disabili, come dimostra l’arrogante presa di posizione dell’assessore Cecconi sulla vicenda relativa all’accompagnamento. Una giunta inadeguata, senza il minimo spirito innovatore e di iniziativa,  che sta facendo retrocedere Terni su posizioni medioevali e perdere credibilità alla città a livello nazionale e regionale.

 

Sen. Leonardo Grimani

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*