Tiro a volo: 2° Gran Premio di Double Trap

Tiro a volo(UJ.com3.0) MASSA MARTANA – La storia si ripete. Dopo poco più di un mese, la semifinale del 2° Gran Premio di Double Trap andato in scena sulle pedane del Tav Umbriaverde Todi di Massa Martana (PG) ha avuto gli setti protagonisti di quella del 1° Gran Premio di Carisio del 14 aprile scorso.

Sul podio due conferme ed una nuova entrata. Stefano Mezzetta di Castiglione del Lago (PG) sale sul gradino più alto del podio scalzando, letteralmente, Marco Innocenti dalla prima posizione. I due si sono affrontati nel medal match per l’oro e l’argento realizzando entrambi lo score di 26/30. Nello spareggio l’azzurro di Montemurlo (PO), migliore del 1° Gran Premio, ha ceduto le armi all’umbro che si è messo la collo l’oro con +2 a +1. Al terzo posto Davide Gasparini (Esercito) di Gabicce Mare (PU) vittorioso nello scontro diretto con il pluricampione del mondo Daniele Di Spigno (Fiamme Oro) di Terracina (LT)  con il parziale di 23 a 22. Al quinto e sesto posto, rispettivamente, Antonio Barillà (Marina Militare) di Villa San Giuseppe (RC) con 25/30 in semifinale ed Emanuele Bernasconi (Forestale) di Palombara Sabina (RM) con 23/30.

Per il Settore Giovanile il migliore in pedana è stato Andrea Vescovi (Fiamme Oro) di Città di Castello (PG). Dopo essersi meritato l’accesso allo scontro diretto per la conquista dell’oro e dell’argento, l’umbro ha regolato il vicentino Jacopo Trevisan di Orgiano con il parziale di 24/30  a 23. Sul terzo gradino del podio è salito, invece, Andrea Vezzoli di Rovato (BS) che nella finale per il bronzo ha battuto con il punteggio di 25 a 22 Andrea Galesso di Dolo (VE).

Le altre medaglie d’oro in palio sono state conquistate da Valerio Vallifuoco (Esercito) di Fiumicino con 158/180 tra i Prima Categoria, da Andrea Miotto di Ciliverghe (BS) con 155 tra i Seconda, da Mauro Piermarini di Trevi (PG) con 127 tra i Terza, da Pier Domenico Clarici di Foligno (PG) con 90/150 tra i Veterani e da Nando Amadei di Umbertide (PG) con 89/150

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*