Esordio amaro per il Perugia di Cosmi, sconfitto per due a zero a Napoli

 
Chiama o scrivi in redazione


Esordio amaro per il Perugia di Cosmi, sconfitto per due a zero a Napoli

Esordio amaro per il Perugia di Cosmi, sconfitto per due a zero a Napoli

da Elio Clero Bertoldi
NAPOLI – San Gennaro non fa miracoli per gli umbri e il Napoli si guadagna, con due rigori, il passaggio del turno. Ovviamente la differenza di tasso tecnico é emersa abbastanza nettamente, ma comunque il Perugia pure in comprensibile affanno, ha fatto il suo, soffrendo e cercando (non sempre) di seguire le indicazioni della propria guida tecnica. Si conclude quindi il cammino del Perugia, che ora dovrà far vedere quello che può fare nel più importante campionato di serie B.

© Protetto da Copyright DMCA

Gattuso trova l’opportunità di mettere in campo, nel suo 4-3-3, giocatori poco o nulla utilizzati (Lozano, Llorente, Elmas). Mentre il Perugia viene schierato, il giorno dell’esordio di Cosmi, con la difesa a tre, un centrocampo con Falzerano e Buonaiuto mezzali (entrambi napoletani) e l’accoppiata d’attacco Iemmello-Falcinelli.

Il Perugia (seguito da oltre seicento fan) ci prova subito con una azione Carraro, Falcinelli e Iemmello: quest’ultimo raccoglie al centro dell’area e conclude a giro, a fil di palo ma a lato.

All’11’ due pericoli consecutivi per i grifoni: il primo viene respinto da Fulignati, il secondo – sul conseguente angolo – di Manolas – a fil di traversa. Subito dopo ancora Fulignati, con un balzo felino, riesce ad allungarsi e salvare su una giocata di Insigne. I partenopei protestano anche per un fallo di Sgarbi in area su Llorente e, più tardi, per un ntervento di Nzita contro Lozano.

La pressione azzurra diventa, in questa fase, continua con tre angoli consecutivi, sull’ultimo dei quali svetta Llorente, la cui incornata finisce alta.
La svolta al 26′: per un fallo in area di Nzita su Lozano (arbitro e Var d’accordo) Insigne dal dischetto spiazza Fulignati e sblocca la gara (1-0).

Secondo calcio di rigore al 36′ deciso dal Var per un fallo di gomito di Iemmello su tocco di Llorente. Di nuovo Insigne dal dischetto, che, questa volta, indirizza, spiazzando ancora Fulignati, sulla sinistra stavolta, rasoterra (2-0).

Al 43′ piccolo sussulto biancorosso: il tiro incrociato a fil d’erba di Falcinelli sibila sul fondo. Subito dopo un assist indietro al centro di Falzerano non trova alcun umbro, in piena area, pronto a battere a rete.

Due episodi nel recupero: prima Zielinski segna ma in fuorigioco; poi Hysaj, su tiro di Falcinelli, tocca col la gamba e quindi col braccio, completamente aperto. Decisione lunga e, evidentemente contrastata, poi la concessione – giusta – del penalty. Sul dischetto Iemmello, ma Ospina gli respinge il tiro sulla sinistra, forse un po’ fiacco.

Alla ripresa la prima azione la fanno i biancorossi con un contropiede di Buonaiuto, concluso però dallo stesso centrocampista in modo scontato tra le mani di Ostina. Che é pronto anche, in due tempi, su una successiva bordata di Iemmello.
Cosmi mana in campo Dragomir (per Buonaiuto) e Melchiorri (al posto di Iemmello). Sull’altro fronte Gattuso manda in campo il nuovo arrivo Demme (per Fabio Ruiz), molto applaudito forse perché, nel nome, ricorda Maradona.

Si svegliano gli umbri e Rosi (molto propositivo) mette in mezzo un cross sul quale di testa Falcinelli mette sul fondo, sul secondo palo. falasco. Invece, dalla distanza, Falasco manda sul fondo. Su un tiro di Elmas, al contrario Fulignati é agile nella respinta. Approfittando anche di di un gioco di puro controllo e di attesa del Napoli, comunque, la squadra di Cosmi offre una prestazione dignitosa.

Napoli-Perugia 2-0
Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Rui; Elmas, Zielinski (37′ St. Allan), Ruiz (20′ st Demme); Lozano (33′ st Callejon), Llorente, Insigne.
A disp: Allan, Gaetano, Idasiak, Meret, Milik, Tonelli, Younes. All. Gattuso.
PERUGIA (3-5-2): Fulignati; Falasco, Sgarbi, Gyombér; Rosi, Falzerano, Carraro (28′ st Konate), Buonaiuto (8′ st Dragomir), Nzita; Falcinelli, Iemmello (17′ st Melchiorri).
A disp.: Albertoni, Vicario, Balic, Nicolussi, Rodin. All.: Cosmi.
ARBITRO: Massimi di Teramo.
Guardalinee: M.Rossi-Grossi.
Quarto uomo: Robilotta.
MARCATORE: 26′ pt e al 37′ pt Insigne (sempre su rig).
ESPULSO:
AMMONITI: Falzerano (P), Iemmello (P), Gyombér (P), Fabio Ruiz (N)
SPETTATORI: Non pervenuti. Ang.: 6-1 per il Napoli. Rec.: 2′ pt, 3′ st.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*