Tremila mascherine sono state donate al Comune di Perugia dalle Grafiche Paciotti

 
Chiama o scrivi in redazione


Tremila mascherine sono state donate al Comune di Perugia

Tremila mascherine sono state donate al Comune di Perugia dalle Grafiche Paciotti

Tremila mascherine sono state donate al Comune di Perugia dall’azienda perugina Grafiche Paciotti, in collaborazione con la Euro Display Design in Progress di Roma. La consegna è stata fatta questa mattina all’assessore al Commercio del Comune Clara Pastorelli; sarà poi la Protezione Civile comunale a distribuirle all’occorrenza.

“Si tratta di mascherine destinate alla popolazione – hanno spiegato dall’azienda- una prima dotazione che potrà essere ampliata se sarà necessario. Il nostro è stato un sincero e spontaneo desiderio di poter dare un contributo con le armi in nostro possesso: creatività, esperienza e capacità di risolvere un problema rimboccandoci le maniche.”

Con la grande esperienza di Grafiche Paciotti nel trattamento di produzioni di packaging alimentare, le procedure per la produzione delle mascherine non hanno rappresentato una riconversione dell’azienda, quanto una revisione con integrazioni del normale processo aziendale, affrontato con serietà e attenzione alle norme per un prodotto pienamente conforme.

“Attualmente l’uso delle mascherine -spiegano- è per la cittadinanza, ma siamo in attesa di avere un parere anche per l’utilizzo in ambiti lavorativi. Abbiamo investito,in tempi record,su consulenze sia scientifiche che di proprietà intellettuale, grazie alla collaborazione con il Tecnopolo di Mirandola, uno dei tre centri che in Italia si occupano di valutazioni su biocompatibilità ed efficacia delle mascherine.”

Ringraziando le due aziende, l’assessore Pastorelli ha tenuto a sottolineare l’ennesimo gesto di solidarietà da parte del territorio: “Un’altra eccellenza locale si mette a disposizione della comunità per far fronte a questo difficile momento. -ha detto- Auspichiamo che possa essere un ulteriore incentivo per i cittadini a proseguire nel tenere comportamenti idonei, come fatto finora. Da parte dell’amministrazione -ha concluso- un sentito ringraziamento per il supporto dato al Comune e a tutta la cittadinanza.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*