Referendum eutanasia legale, aula respinge richiesta trattazione urgente

Dodici sono stati i voti contrari da parte della maggioranza

Eutanasia legale, Radicali: martedì Iervolino a Perugia per raccolta firme

 Referendum eutanasia legale, aula respinge richiesta trattazione urgente

L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha respinto la richiesta del consigliere regionale Thomas De Luca (M5S) di trattazione urgente della sua proposta sul referendum per l’eutanasia legale. Dodici sono stati i voti contrari da parte della maggioranza.

A favore hanno votato i consiglieri De Luca (M5S), Bianconi (Misto), Bettarelli e Meloni (Pd), mentre Fora (Patto civico) si è astenuto. Illustrando la richiesta in Aula De Luca ha sottolineato come nella seduta odierna dell’Aula sia “calendarizzata la votazione in merito ai referendum sul tema della giustizia.

Io mi sono fatto promotore della richiesta che venga garantito uguale diritto ai cittadini anche sull’eutanasia. Diamo la parola ai cittadini su un tema che riguarda ogni persona che ha il diritto di poter scegliere liberamente di non soffrire nell’affrontare il proprio fine vita.

  • Noi vogliamo concedere alle persone malate terminali la libertà di poter scegliere come morire.

In Parlamento giace una proposta in merito ferma da 8 anni, per questo vari soggetti hanno deciso di farsi promotori di questa proposta referendaria che va a inserirsi all’interno di un percorso di disobbedienza civile che ha portato a esprimersi la Consulta. Questo è un gesto di umanità.

Serve una presa di responsabilità da parte della politica. Se non abbiamo il coraggio di fare certe scelte facciamo esprimere i cittadini. Facciamo proseguire questa proposta insieme agli altri quesiti referendari. Si faccia oggi, non a settembre. Questo è un tema da non affrontare con la propaganda”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*