Anche nel Natale più difficile, da Molino Silla un messaggio di vita e di speranza

 
Chiama o scrivi in redazione


Anche nel Natale più difficile, da Molino Silla un messaggio di vita e di speranza

Alla Comunità Incontro Onlus il periodo natalizio si è aperto questa mattina con la consueta Santa Messa celebrata da Mons. Giuseppe Piemontese, Vescovo della Diocesi di Terni, Narni, Amelia svoltasi alla sola presenza di ospiti e staff nell’auditorium di Molino Silla. Sarà un Natale diverso che mai avremmo potuto immaginare di vivere a causa della pandemia. Ma nonostante tutto, nelle ultime settimane, i ragazzi in percorso hanno lavorato alacremente per allestire anche quest’anno le tradizionali luminarie che ammanteranno, come una magia, la suggestiva vallata amerina per tutto il periodo natalizio.

© Protetto da Copyright DMCA

A dominare le installazioni, sarà una scenografica stella in 3D, che richiama simbolicamente la “rosa dei venti” posizionata nell’agorà di Molino Silla ampia ben 14 metri e totalmente realizzata nelle officine della Comunità. Migliaia le luci posizionate in qualsiasi angolo della struttura terapeutica, gli alberi saranno addobbati a festa e una suggestiva natività, a grandezza naturale, offrirà il significato più profondo del Natale.

La seconda ondata pandemica sta mostrando uno scenario devastante anche nel mondo delle dipendenze, segnato da un forte aumento dell’uso di sostanze, alcool e mix di farmaci soprattutto da parte dei giovani. Il Natale quindi è l’occasione per rimarcare i solidi valori che pervadono la Comunità Incontro, in un unico grande abbraccio nel ricordo di Don Pierino Gelmini che tanto amava la natività e sapeva trasformare la Comunità in luogo caldo e pieno di amore.

Valori che quest’anno, a causa delle nuove disposizioni anti Covid dovranno essere condivisi a distanza con il pubblico e per superare qualsiasi confine, lo spettacolo delle luminarie verrà veicolato attraverso i profili social della Comunità Incontro, per un messaggio d’amore per la vita e di speranza per tutti i giovani che ancora sono nel tunnel delle dipendenze e alle loro famiglie. Una speranza che la Comunità rivolge anche alle istituzioni affinché prestino la dovuta attenzione all’emergenza rappresentata dalle dipendenze.

A Molino Silla le festività di fine anno, come da tradizione, sono anche una tappa fondamentale del progetto comunitario, poiché a Natale i ragazzi che concludono con successo il percorso di recupero, rinnovati nello spirito, nel corpo e nelle aspirazioni, riprenderanno in mano la loro vita, da protagonisti.

Un traguardo, quello del “fine programma” solitamente celebrato con un grande evento alla presenza di istituzioni, autorità e soprattutto delle famiglie dei ragazzi che quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria, verrà salutato nell’intimità di Molino Silla. Già ad ottobre, alla ripresa della pandemia, la Comunità Incontro ha alzato la soglia di attenzione, adottando nuovamente nelle proprie sedi comunitarie il protocollo anti contagio redatto ad inizio pandemia e risultato fino ad oggi un modello di riferimento nella lotta al Sars-Cov-2 in un contesto altamente vulnerabile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*