Terni, apre nuovo punto vaccinale nella palestra dell’istituto Casagrande

 
Chiama o scrivi in redazione


Terni, apre nuovo punto vaccinale nella palestra dell'istituto Casagrande

Terni, apre nuovo punto vaccinale nella palestra dell’istituto Casagrande

È partito il conto alla rovescia per l’apertura del nuovo punto vaccinale territoriale di Terni in programma sabato 24 aprile. Dieci team vaccinali al lavoro, sette giorni su sette, dalle 8.30 alle 19, per somministrare oltre 1500 dosi al giorno.

Come comunicato ieri dalla direzione strategica aziendale alla Regione Umbria, da sabato prossimo il Punto Vaccinale Territoriale della Usl Umbria 2 di Terni si sposterà dalla sede centrale di viale Bramante alla palestra dell’Istituto Casagrande, situato in Piazzale Bosco, in prossimità della stazione ferroviaria.

Grazie ad una maggiore disponibilità di dosi e con la necessità di imprimere un’accelerazione nella campagna vaccinale per raggiungere, nel Paese, in tempi ragionevoli, l’obiettivo di 500 mila somministrazioni al giorno, d’intesa con le amministrazioni provinciale, che ha messo a disposizione la struttura e comunale di Terni, si è deciso di individuare una nuova postazione facilmente raggiungibile e ben servita dai mezzi di trasporto pubblici, in grado di ospitare ben 10 team vaccinali sette giorni su sette con orario 8.30 – 19.

LEGGI ANCHE – Lotta al covid, Marco Squarta, Perugia non può avere solo punto vaccinale

Con il modello organizzativo definito dalla direzione aziendale di concerto con la direzione del Distretto di Terni si potrà arrivare a vaccinare agevolmente – disponibilità di dosi permettendo – oltre 1500 cittadini al giorno.

Basti pensare che nell’attuale postazione, situata al primo piano della sede centrale dell’azienda sanitaria in viale Bramante, la puntuale organizzazione ed i tre team vaccinali messi in campo dal direttore del distretto di Terni Stefano Federici hanno consentito di raggiungere punte di 500 vaccinati al giorno, senza alcun intoppo e riscuotendo unanime consenso da parte della popolazione.

Mentre la direzione strategica ha messo a punto nei minimi dettagli l’organizzazione con le istituzioni locali, la Prefettura, le forze dell’ordine, la Protezione Civile, la Polizia Municipale, sono in fase di ultimazione i lavori di allestimento della postazione e gli interventi di cablaggio della rete per il trasferimento dei dati, eseguiti dal personale dei servizi Patrimonio e Attività tecniche e Informatico e Telecomunicazioni dell’azienda sanitaria.

“Siamo nella fase cruciale della campagna di vaccinazione e grazie all’ottimo lavoro di squadra e alla proficua collaborazione interistituzionale – dichiara il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 Massimo De Fino (nella foto) – siamo pronti per compiere insieme questo passo in avanti decisivo per il ritorno alla normalità. Esprimo grande soddisfazione per il risultato raggiunto e intendo ringraziare tutti i professionisti e colleghi che da oltre un anno stanno affrontando e gestendo con grande impegno e dedizione l’emergenza pandemica.

Un pensiero particolare va anche ai cittadini che, chiamati a compiere sacrifici, hanno risposto con grande senso civico, forza e unità, rispettando in modo attento e responsabile le misure anticontagio. Vorrei infine rivolgere un sentito ringraziamento – conclude il manager sanitario – al sindaco Leonardo Latini, al presidente della Provincia di Terni Giampiero Lattanzi, a tutte le istituzioni locali e provinciali per il supporto e il sostegno che ci hanno sempre garantito in questi mesi difficili e alle numerose associazioni di volontariato che lavoreranno al nostro fianco per rendere più agevole l’accesso dei cittadini alla postazione”.

Le vaccinazioni verranno eseguite ESCLUSIVAMENTE nella nuova postazione vaccinale dell’azienda sanitaria, che andrà a sostituire quella attuale situata nella sede centrale di viale Bramante. Con l’apertura della nuova struttura, facilmente raggiungibile, dotata di ampio parcheggio e spazi interni che possono accogliere, sette giorni su sette, dieci team vaccinali, sarà possibile aumentare notevolmente – disponibilità di dosi permettendo – la somministrazione dei vaccini alla popolazione. L’obiettivo è di passare dall’attuale capacità di 500 dosi giornaliere, somministrate dai tre team vaccinali in viale Bramante, ad oltre 1500 vaccinati al giorno.


“Abbiamo lavorato in stretta sinergia con la Asl nella convinzione che unire le forze e collaborare sono elementi fondamentali per riuscire ad affrontare al meglio questo difficile periodo di pandemia”. Lo dice il presidente della Provincia di Terni, Giampiero Lattanzi, a proposito dell’avvio, sabato prossimo, del punto vaccinale alla palestra dell’istituto Casagrande a Piazzale Bosco.

“Abbiamo colto subito l’esigenza di tempestività che la questione vaccini impone a tutti – nota il presidente – ed abbiamo messo a disposizione senza indugio un luogo che, insieme alle autorità sanitarie e alla grande disponibilità dei dirigenti scolastici, abbiamo ritenuto idoneo. Non ci sono stati tentennamenti o incertezze, come invece per altre situazioni ed altri enti, ma solo la volontà di perseguire l’obiettivo di operare per la salute dei cittadini.

Per tale ragione – sottolinea ancora Lattanzi – abbiamo anche lavorato in modo veloce ed efficiente per allestire in tempi rapidi tutta la struttura, adeguandola alle esigenze dell’Asl e contemperandole con quelle della scuola che da lunedì tornerà attiva a pieno regime come stabilito dai nuovi provvedimenti governativi. Per tutta l’amministrazione provinciale è motivo di orgoglio contribuire ad una causa di tale importanza”.

Per quanto riguarda i lavori, la Provincia ha investito oltre 10mila euro in pochi giorni per adeguare spazi, aree e servizi e per separare distintamente il punto vaccini e gli ambiti scolastici. A tale proposito sono stati creati tre nuovi siti di accesso e uscita, due di questi a servizio delle vaccinazioni e uno della scuola.

Il parcheggio interno al Casagrande è stato temporaneamente spostato nelle aree esterne, mentre le attività motorie degli studenti saranno assicurate con l’allestimento di appositi spazi esterni e non comunicanti con il punto vaccini. Sempre la Provincia ha inoltre potenziato anche l’illuminazione, installando nuovi punti luce e migliorando quelli esistenti ai fini del soddisfacimento dei criteri di sicurezza.

All’interno della palestra è stata eseguita una serie di opere per adeguare la struttura e gli spazi agli standard di sicurezza e alle esigenze sanitarie. E’ stata realizzata una nuova rampa di accesso per disabili, sono stati rinnovati i servizi igienici, utilizzabili sia da normodotati che da portatori di handicap, sono stati migliorati e aggiornati gli impianti elettrici e idraulici ed è stata realizzata una nuova recinzione per garantire maggiore sicurezza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*