Più vaccini e ristori all’Umbria, è l’impegno del Ministro Speranza

 
Chiama o scrivi in redazione


Più vaccini e ristori all’Umbria, è l’impegno del Ministro Speranza

“Dobbiamo monitorare con grande attenzione quanto sta accadendo in Umbria – ha dichiarato il Ministro della Salute Roberto Speranza durante l’incontro a Palazzo Donini con la presidente Donatella Tesei. Erano presenti anche il Rettore Oliviero, l’assessore alla Sanità Luca Coletto, il direttore generale Claudio Dario ed i direttori generali delle Aziende ospedaliere di Perugia e Terni e delle Asl 1 e 2, vale a dire Marcello Giannico, Pasquale Chiarelli, Gilberto Gentili e Massimo De Fino, ed il Commissario per l’emergenza Covid Massimo d’Angelo.

© Protetto da Copyright DMCA

“Qui, dove si è riusciti ad individuare ed isolare le varianti, si è visto come queste hanno condizionato la curva del contagio prima che altrove. Il lavoro umbro è particolarmente prezioso. Capire quanto sta avvenendo è utile per valutare l’impatto delle necessarie misure assunte, che condivido. Sono qui oggi proprio per testimoniare la vicinanza del Governo alla comunità regionale e la nostra massima disponibilità. Con la Presidente – ha continuato – siamo sempre stati in continuo contatto in questa lunga fase emergenziale nel pieno rispetto della leale collaborazione tra Istituzioni”.

Collaborazione confermata anche dalla Presidente Tesei: “Con il Ministro ci siamo confrontati spesso e per questo lo ringrazio. Anche quest’oggi ho illustrato le misure che l’Umbria ha adottato, anche attraverso le ordinanze dei sindaci dei territori interessati, ancor prima della conferma della presenza di varianti. L’incontro odierno è stata anche occasione per parlare del futuro della sanità pubblica regionale. Futuro che passa da un necessario lavoro di squadra tra il Governo, la Regione ed ovviamente dall’apporto fondamentale dell’Università”.

La Presidente Tesei, tra l’altro, ha ribadito le richieste già avanzate la scorsa settimana al Governo riguardanti in maniera particolare l’invio di ulteriori 50 mila vaccini, oltre al numero già richiesto, e la possibilità di avere sia i ristori per le imprese che il sostegno, in aggiunta ai 3 milioni già stanziati dalla Regione stessa, per le famiglie residenti nel territorio umbro interessato dalle misure restrittive regionali, misure nate anche a seguito dell’interlocuzione dell’Ente umbro con lo stesso Ministro, l’Iss e il Cts nazionale. Richieste, nella misura delle possibilità nazionali, condivise dal Ministro.

La Regione Umbria sta lavorando anche a delle possibili “zone arancioni rinforzate”. A dirlo è stata la presidente Donatella Tesei a conclusione dell’incontro avuto a Perugia con il confermato ministro della Salute Roberto Speranza.

La presidente si è soffermata sull’ipotesi di un possibile lockdown. “Prenderemo le decisioni che saranno giuste – ha sottolineato – ma io auspico che già queste misure risultino efficaci e che possiamo avviarci così verso una fase di aperture. È quindi tutta una valutazione aperta perché la natura di queste scelte è veramente scientifica e sanitaria”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*