Covid: variante Delta, Cina intensifica vaccinazioni

Covid: variante Delta, Cina intensifica vaccinazioni

Covid: variante Delta, Cina intensifica vaccinazioni

Le autorità locali cinesi hanno intensificato le vaccinazioni di massa per contenere l’ ultima recrudescenza del Covid-19 attribuibile alla variante Delta, altamente contagiosa. Fino a ieri, un totale di 17 regioni a livello provinciale della Cina continentale hanno segnalato infezioni trasmesse a livello locale legate a questo ceppo di Coronavirus.

Al 3 agosto, sono state somministrate più di 1,7 miliardi di dosi di vaccini nella Cina continentale, secondo la Commissione Sanitaria Nazionale. La Cina ha impiegato meno di una settimana per somministrare gli ultimi 100 milioni di vaccini. La campagna di inoculazione di massa del Paese ha accelerato da quando diverse località hanno riportato infezioni locali di Covid-19 legate alla variante Delta.

  • Cina continentale

Ieri, la Cina continentale ha riportato 62 nuovi casi trasmessi a livello locale – 40 nello Jiangsu, 9 nell’ Hunan, 3 ciascuno a Pechino, nello Shandong, nell’ Henan e nello Yunnan, e uno nell’ Hubei. Nella provincia dell’ Hunan, nella Cina centrale, le autorità sanitarie hanno allestito oltre 3.000 siti di vaccinazione per soddisfare la crescente domanda, e si registrano lunghe code in diverse postazioni del capoluogo provinciale Changsha.

Il pubblico era ansioso di farsi vaccinare negli ultimi giorni, così abbiamo lanciato una piattaforma di prenotazione online e addestrato il nostro personale per fornire servizi migliori“, ha detto Zhang Sili, infermiere in una postazione di vaccinazione nel distretto Tianxin di Changsha. Zhang ha aggiunto che la postazione ha finora somministrato circa 87.000 vaccini a circa 55.000 residenti locali.

  • I dati ufficiali

I dati ufficiali hanno mostrato che fino a martedì, la provincia dell’ Hunan ha somministrato più di 67,8 milioni di dosi di vaccini, per un totale di oltre 25,5 milioni di persone completamente vaccinate contro il nuovo Coronavirus nella provincia. La Cina sta portando avanti con ordine il suo programma di vaccinazione tra gli anziani e i minori tra i 12 e i 17 anni, con la premessa di garantire la sicurezza.

  • un totale di 150 milioni

Fino al 28 luglio, un totale di 150 milioni di persone dai 60 anni in su e 12,48 milioni di minori nel suddetto gruppo di età sono stati vaccinati contro il Covid-19 nel Paese, secondo la Commissione Sanitaria Nazionale. A Chengdu, capoluogo della provincia del Sichuan, nella Cina sud-occidentale, che ha recentemente riportato un cluster di infezioni locali, i genitori erano impazienti di far vaccinare i loro figli da quando la megalopoli ha esteso il suo programma di vaccinazione ai minori all’ inizio di agosto.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*