Scooter in valigia opera di ventunenne umbro esposto in Giappone

Scooter in valigia opera di ventunenne umbro esposto in Giappone

Scooter in valigia opera di ventunenne umbro esposto in Giappone

Sarà esposto ad Osaka in Giappone “Motorino“, creazione a due ruote, a propulsione elettrica, trasportabile come una valigia del ventunenne designer umbro Emanuele Tomassorri, insieme ad altre 19 opere di altrettanti giovani designer provenienti da tutta Italia. L’appuntamento è per il 3 e 4 novembre presso lo “Spazio Arte” dell’Istituto Italiano di Cultura di Osaka, nella cornice del più grande Festival italiano in Giappone dal titolo “Italia, Amore mio!”.

“Design e Pianeta” è il tema dell’esposizione nipponica che gode dell’ospitalità e del supporto dell’Istituto Italiano di Cultura di Osaka, in collaborazione con Asian Studies Group che, dal 2013, con il patrocinio della Città di Milano, gestisce il progetto “Switch on your Creativity” all’interno del quale rientra l’iniziativa. Un progetto che da due anni a questa parte, è diventato un vero e proprio incubatore di creatività e imprenditorialità rivolto ai giovani dai 18 ai 35 anni, assicurando loro visibilità e supporto.

Quella di Osaka sarà una vetrina che garantirà ai giovani designer partecipanti l’opportunità di far conoscere le proprie creazioni in Europa e in Asia.

Tutto ha inizio per Emanuele all’Istituto Europeo di Design di Torino, dove il giovane si è laureato in Transportation Design con 110 e lode il 6 luglio scorso e dove il project manager Federico Tempella si reca, i primi mesi del 2018, alla ricerca di giovani talenti da inserire nell’iniziativa. Insieme al professore Davide Tealdi, Tempella seleziona 5 studenti tra cui Emanuele. La sua creazione “Motorino” presenta, infatti, tutte le caratteristiche richieste.

È innovativa e riunisce creatività e sostenibilità, in linea con il tema scelto e con l’intendimento di mettere in mostra le eccellenze italiane in diversi ambiti, accendendo i riflettori sulle creazioni giovanili che coniugano creatività ed ecosostenibilità, in modo da preservare la natura in tutte le sue forme, pensando al futuro come lo specchio del presente.

Così la creazione del giovane designer umbro viene inviata nel paese del Sol Levante a rappresentare l’Italia, insieme ai prodotti di altri 19 giovani, nel “Youth Design Day” di Osaka. La concomitanza con il Festival “Italia, Amore mio!” organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone e conosciutissimo tra i giapponesi, assicura all’evento una cornice di alto profilo culturale.

Honda Motorino” di Tomassorri nasce da un’idea semplice ma fortemente innovativa. “Ho voluto creare un mezzo – fa sapere il giovane designer – che potesse mixare la vita urbana con la mobilità stessa, un oggetto da guidare e trasportare facilmente a seconda delle esigenze dell’utente.

Il progetto nasce per ovviare ai problemi di spazio, parcheggio e furto, eliminando i punti morti durante l’uso di “Motorino” che, in posti dove non può essere utilizzato come mezzo di trasporto, può essere piegato e trascinato agevolmente come una qualsiasi valigia”.

Emanuele Tomassorri, nonostante la giovane età, non è nuovo ad imprese del genere, lo scorso mese di marzo la sua creazione “Rogem”, un cambio realizzato per Suv d’alta gamma per conto di Sila Group, è stato in esposizione all’88esimo Salone Internazionale dell’auto di Ginevra, insieme alle creazioni di altri due studenti, in rappresentanza dello Ied.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*