Presidenti di Camera e Senato, fumata nera nelle prime votazioni

Hanno annunciato che voteranno scheda bianca M5s, Forza Italia, Lega, FdI, Pd e Leu

Presidenti di Camera e Senato, fumata nera nelle prime votazioni

Presidenti di Camera e Senato, fumata nera nelle prime votazioni

ROMA – Si va verso una fumata nera nelle prime votazioni per l’elezione dei nuovi presidenti di Camera e Senato. Nei primi due scrutini, che si svolgeranno oggi, praticamente tutti i gruppi voteranno scheda bianca. Quindi e’ pressoche’ scontato un nulla di fatto. Hanno annunciato che voteranno scheda bianca M5s, Forza Italia, Lega, FdI, Pd e Leu.

Intanto, riprenderanno nel corso delle operazioni di scrutinio i contatti tra i partiti, dopo lo stallo registrato ieri a causa dei veti incrociati tra FI e M5s. In ballo, per il momento, seppure nessun nome sara’ scritto sulle schede, restano le candidature di Paolo Romani al Senato e Roberto Fico alla Camera, ma tutto e’ in itinere. La situazione potrebbe cambiare nella giornata di domani, soprattutto al Senato, dove al terzo scrutinio il quorum si abbassa, passando dalla maggioranza assoluta dei componenti, quindi almeno 161 voti, alla maggioranza assoluta dei voti dei presenti, computando tra i voti anche le schede bianche.

Ma servira’ comunque un’ intesa tra le forze politiche per raggiungere l’ asticella richiesta. Improbabile invece, tanto piu’ in mancanza di un accordo, che si arrivi all’elezione del nuovo presidente della Camera nel terzo scrutinio, che si svolgera’ domani, in quanto il quorum richiesto resta alto: la maggioranza dei due terzi dei voti computando tra i voti anche le schede bianche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*