Lega inaugura sede di Perugia campagna elettorale avviata

Lega inaugura sede di Perugia campagna elettorale avviata

Lega inaugura sede di Perugia campagna elettorale avviata

La campagna elettorale della Lega comincia con il botto. Dopo aver annunciato per voce del Sottosegretario all’Interno Stefano Candiani l’arrivo del presidio fisso di polizia a Fontivegge, atteso da anni dai cittadini, un bagno di folla ha partecipato all’inaugurazione della sede Lega Perugia in via Ruggero d’Andreotto, prevista per ieri, Venerdì 5 Aprile alle 18.

A tagliare il nastro in un pomeriggio di enormi soddisfazioni per il partito di Matteo Salvini, il sindaco Andrea Romizi assieme al Senatore Stefano Candiani, al Segretario Nazionale Lega Umbria Virginio Caparvi e ai suoi Vice Luca Briziarelli e Riccardo Augusto Marchetti. Nel suo intervento il Sottosegretario  ha rimarcato l’appoggio al primo cittadino di Perugia e precisato che: “E’ una grande soddisfazione vedere così tanta gente nella sede Lega di Perugia.

Nonostante questa sala così gremita non ci dobbiamo sentire arrivati, anzi, fuori c’è tanta gente abbandonata dal Pd sempre più lontano dai territori e dalle esigenze dei cittadini. Occorre far capire loro che la Lega di Matteo Salvini c’è e mette i cittadini umbri e il popolo italiano al centro di ogni scelta politica”.

Nelle stanze gremite della nuova sede, ieri, si respirava entusiasmo e una gran voglia di scrivere una pagina importante della storia politica perugina, come ricordato anche nei singoli interventi dai parlamentari Caparvi, Marchetti e Briziarelli introdotti da Franco Testi capogruppo Lega Corciano.

Non ci interessano i sondaggi – precisano i vertice Lega Umbria – noi vogliamo lavorare sul territorio per dare risposte certe e concrete ai cittadini. In un anno di Governo molti degli argomenti presenti nel programma sono diventati realtà, il decreto sicurezza, quota 100 e la legittima difesa per citarne qualcuno.

Perugia per troppo anni è stata inchiodata nelle mani di un Pd concentrato su se stesso che si è dimenticato del territorio e non ne ha sfruttato le grandi potenzialità. Andrea Romizi in questi anni ha lavorato bene, avendo ereditato una realtà pesante: siamo certi che con la Lega al governo della città si potrà fare ancora meglio. Con umiltà, determinazione e buon senso chiudiamo dunque un vecchio libro della politica perugina, per aprirne uno nuovo dove i veri protagonisti saranno i perugini”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
27 × 26 =