Elezione diretta presidente della Repubblica, Fratelli d’Italia raccoglie firme

Elezione diretta presidente della Repubblica, Fratelli d'Italia raccoglie firme

Elezione diretta presidente della Repubblica, Fratelli d’Italia raccoglie firme

A metà mattina erano già 400 le firme raccolte, con l” obiettivo auspicato di arrivare entro fine mese a quota 2 mila, e solo nel territorio della provincia di Perugia. Questi i primi numeri, emersi a Perugia al mercato settimanale di Pian di Massiano, durante l” iniziativa di Fratelli d” Italia per informare e raccogliere firme su quattro progetti di legge di iniziativa popolare: elezione diretta del presidente della Repubblica; abrogazione dei senatori a vita; inserimento in Costituzione del limite alla pressione fiscale; prevalenza della sovranità italiana rispetto a quella europea.

“Vista la fila al gazebo posso solo dire che i cittadini di Perugia e in generale gli italiani la pensano come noi” è il commento dell” onorevole Emanuele Prisco affiancato al banchetto anche dal segretario regionale FdI, il senatore Franco Zaffini che ha aggiunto: “I cittadini umbri stanno rispondendo e anche questa mattina c” è la bellissima sorpresa che tanta gente ci cerca”. Fratelli d” Italia – è stato ricordato – è in piazza fino alla fine del mese, in tutta la nazione e in Umbria, e questa mattina quindi anche a Perugia e in contemporanea a San Mariano di Corciano, per raccogliere le 50 mila firme necessarie per presentare le quattro proposte di iniziativa popolare, “riforme strutturali” come le ha definite Zaffini.

Sul territorio il partito “è attivo già dalla settimana scorsa” ha spiegato Prisco con il risultato di aver superato in totale al momento le mille firme su base provinciale. Le “piazze” già archiviate sono quelle di Marsciano, Foligno e Spoleto, dove il partito ritornerà il 15 febbraio contemporaneamente a Todi. Anche a Terni la raccolta, fanno sapere i rappresentanti di FdI, “sta andando bene” visto che al momento sono intorno a 700 le firme: “Anche sul Ternano ci saranno altri appuntamenti e quindi pensiamo si possa arrivare a circa un migliaio di firme”. Parlando nel dettaglio dei progetti di legge, l” onorevole Emanuele Prisco è partito dal “più importante”, quello dell” elezione diretta del capo dello Stato.

“Non vogliamo – ha detto – che il prossimo sia eletto nuovamente da accordi di palazzo e vogliamo invece che siano gli italiani a sceglierlo”. Accanto a questa anche le altre tre proposte. Quella di abolire i senatori a vita, ha spiegato Prisco, “è perché di solito questi non sono presenti in parlamento, non fanno atti parlamentari ma in compenso hanno retto tutti i governi del Pd e tutti quelli voluti dalla tecnocrazie europee, mai invece quelli voluti dal popolo”. “Pensiamo quindi – ha aggiunto l” onorevole di FdI – che i propri rappresentanti se li debbano scegliere i cittadini da soli”. In merito alla proposta relativa all” inserimento in Costituzione di un tetto alle tasse, il partito pensa infatti, ha sottolineato ancora Prisco, “che ci debba essere un limite alle tasse che i cittadini sono costretti a pagare”. Ultima è quella di inserire anche qui in Costituzione, “come ha la Germania, la supremazia dell” ordinamento italiano su quello europeo perché – ha commentato Prisco – quando viene approvata una norma europea che va in contrasto con l” interesse nazionale questa in Italia non si deve applicare”.

“Visto che ce l” ha la Germania non si capisce perché non passiamo averla anche noi” ha rimarcato Prisco. Il senatore Zaffini, infine, ha parlato di “riforme importanti che possono cambiare il volto del Paese e possono finalmente ridare dignità alla politica e lustro all” Italia”. “Siamo un partito – ha concluso – che in questo momento sta raccogliendo molto consenso e siamo sicuri che non tradiremo la fiducia dei cittadini”. Nel sito di Fratelli d” Italia si può trovare l” aggiornamento di tutte le sedi in Italia, e quindi anche in Umbria, dove trovare i gazebo per firmare e sostenere queste proposte.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*