De Luca Liberati 5s, dichiarazioni Arpa allarmanti e gravi

 
Chiama o scrivi in redazione


Modificare l’assetto istituzionale e organizzativo dell’Arpa

De Luca Liberati 5s, dichiarazioni Arpa allarmanti e gravi

Le dichiarazioni del Direttore di ARPA Umbria sono di una gravità inaudita, denunce che se confermate aprirebbero gravissimi scenari di responsabilità. Pretendiamo che ci vengano forniti immediatamente tutti i dati che stiamo chiedendo da oltre dieci giorni.

© Protetto da Copyright DMCA

In nessun documento ufficiale inerente Gruber c’è traccia delle vasche descritte dal Direttore ARPA, così come è possibile vedere dall’ultimo decreto Ministeriale risalente ad un anno fa, decreto che apre la strada al definitivo ripristino dell’area Gruber. Se le dichiarazioni di Ganapini fossero confermate ci troveremmo di fronte alla presenza di una situazione di pericolo, occultata addirittura al Ministero, in un’area urbana della città densamente popolata.

Ad oggi non è pervenuta al Comune di Terni alcuna nota, segnalazione, esposto di ARPA che rappresenti l’esistenza di tale pericolo.

La Commissione di garanzia e controllo del Comune di Terni concorderà quanto prima con gli uffici preposti un sopralluogo urgente al fine di appurare lo stato dei luoghi e dei fatti. Qualora questi venissero confermati procederemmo con le azioni naturalmente conseguenti.

Proprio sulla contaminazione delle acque sotterranee e superficiali verte la nostra richiesta di accesso agli atti.

Riteniamo gravissimo l’ostruzionismo che ARPA sta attuando nella trasmissione di dati ed informazioni alla cittadinanza e verso gli organi istituzionali deputati alla tutela della salute pubblica. Non è la prima volta infatti che viene ostacolata la nostra attività con richieste di accesso agli atti senza esito.

Leggi anche – Istituire due dipartimenti territoriali di Arpa, rinviata proposta di legge

Già al momento della nostra prima richiesta ci siamo presentati nella sede di Terni dell’Agenzia regionale per l’ambiente con stuolo di avvocati al seguito, ma siamo stati respinti con argomenti capziosi e la promessa che la nostra istanza sarebbe stata evasa dopo un confronto con i legali dell’ente.

Ad oggi nessuna notizia è ancora pervenuta ed ARPA sta trattenendo in modo totalmente arbitrario senza alcuna motivazione ufficiale dei dati di fondamentale interesse pubblico.

Per questo siamo pronti ad avviare immediatamente un presidio permanente negli uffici dell’ARPA.

di Thomas De Luca consigliere comunale M5s Terni
e Andrea Liberati consigliere regionale M5s Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*