Sette milioni di crediti cancellati dal comune di Perugia, sono multe e Tari

 
Chiama o scrivi in redazione


Giunta Perugia, l'assessore Cristina Bertinelli è la più ricca

Sette milioni di crediti cancellati dal comune di Perugia, sono multe e Tari

Sono più di sette milioni i crediti cancellati dal comune di Perugia e, dunque, tolti dal bilancio. Tanto denaro non riscosso e che riguarda contravvenzioni stradali e tariffa rifiuti mai riscossi.

I crediti che il Comune dovrebbe riscuotere dal 2018 e andando indietro per oltre 15 anni, ammontano a oltre 124 milioni. Quanto al 2019, c’è da aggiungere che l’importo da riscuotere è ancora di 47,2 milioni, per un totale quindi che sfiora i 171,5 milioni di euro.

La Giunta comunale nell’ultima seduta ha dichiarato insussistenti 1,2 milioni di residui, mentre altri 7,3 milioni circa sono «inesigibii o di dubbia esigibilità».

Sono stati cancellati 324mila euro di Ici, la vecchia imposta comunale sugli immobili. Il Comune negli ultimi anni ha emesso avvisi di recupero dell’evasione per oltre tre milioni e mezzo, ma un dieci per cento circa è andato in fumo. Sono andati persi anche 426mila euro di morosità pregresse della nettezza urbana relative al 2011.

Per le contravvenzioni stradali sono andati persi più di tre milioni di euro: un milione e settecentomila euro di multe salgono a dodici anni fa e altri 1,4 milioni sanzioni relative al codice della strada del 2009.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*