Perugia, la sicurezza della città, oramai, è andata a farsi benedire

Perugia, la sicurezza della città, oramai, è andata a farsi benedire

da Giampiero Tamburi (Perugia: Social City)
Perugia, la sicurezza della città, oramai, è andata a farsi benedireIl quartiere di Porta Sant’Angelo come Fontivegge! I residenti di Corso Garibaldi hanno presentato una petizione ai nostri politici/amministratori comunali, nello stesso modo che i residenti del quartiere Fontivegge, hanno fatto a suo tempo per l’apertura di un posto fisso di Polizia in piazza del Bacio. Speriamo che ai nostri concittadini del “Borgo d’Oro” vada un poco meglio che a quelli di Fontivegge!

Si sa; in fondo la speranza è l’ultima a morire! La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’aggressione dello chef da parte di spacciatori ma, le situazioni di degrado e di insicurezza, personale e sociale, che sta sopportando chi abita o lavora in quei luoghi non sono poche, ma innumerevoli e pericolose, che si verificano da un’infinità di tempo.

Non è più il tempo, quando io, nato e vissuto fino all’età di 18 anni in quella splendida e storica via, sentivo le cronache della malavita che si limitavano a reati che, ora come ora, sarebbero passati quasi inosservati alle alle orecchie delle Forze dell’Ordine.

Il fatto più grave occorso a quei tempi fu il furto, di un pregiudicato di soprannome chiamato “Brigantino”, della corona di diamanti al quadro della Madonna delle Grazie della Cattedrale di San Lorenzo!

Ora tutto è cambiato! Diventata terra di spacciatori e di criminalità che viene perpetrata quasi quotidianamente, a danno tanto dei residenti quanto di tutta la città. L’impegno che l’associazione “Vivi il Borgo” si è assunta per cambiare la situazione non è stato poco, sia da un punto di vista istituzionale quanto da quello sociale. Impegno che si è esternato con la riunione che hanno fatto il giorno 11 settembre, dove è intervenuto il vice Sindaco Barelli.

Tra le altre cose ci domandiamo il perché e come mai il Sindaco Romizi non si è fatto vedere. Impegni? E cosa c’è di più importante che presenziare a riunioni con i cittadini che lamentano una situazione di degrado così importante e una mancanza di sicurezza, causa della scarsa capacità di intervento della politica comunale?

Comunque, fermo restando la mancata presenza del Sindaco, quello che hanno chiesto i residenti, sono quattro punti che indicano, esattamente, il lavoro che doveva essere routine per la politica comunale e che, purtroppo, la medesima politica non è stata minimamente in grado di fare, fallendo miseramente il compito che, nella campagna elettorale, avevano promesso a tutta la città!

Ciliegina sulla torta, il vide sindaco, in risposta alle richieste della collettività ha risposto con un “Lavoreremo insieme”! Tipico atteggiamento di “scaricabarile” che ha sempre caratterizzato certe politiche comunali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*