Città italiane del Sollievo arrivano a Perugia sono in 28 [Video]

Città italiane del Sollievo arrivano a Perugia sono in 28

Città italiane del Sollievo arrivano a Perugia sono in 28 [Video]

28 città italiane aderenti alla Rete delle Città del Sollievo saranno a Perugia, sabato 6 e domenica 7 ottobre, per il IV raduno nazionale. L’incontro sarà l’occasione non solo per un confronto e scambio di buone prassi tra istituzioni e associazioni facenti parte della rete, ma anche per presentare alla cittadinanza quanto fatto finora e quanto ancora resta da fare.

Sarà anche siglato dai soggetti istituzionali e dai vari partner della rete territoriale un protocollo d’intesa che vedrà messi nero su bianco gli impegni di ciascuno, con l’obiettivo di accrescere e rafforzare la rete stessa.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina presso l’Hospice perugino alla presenza dell’Assessore ai Servizi Sociali, Famiglia, Edilizia Pubblica e Pari Opportunità del Comune di Perugia Edi Cicchi, di Pasquale Parise, Direttore Sanitario USL Umbria 1, di Susanna Perazzini, Responsabile dell’Hospice di Perugia, di Mons. Giulietti e di alcune delle associazioni che fanno parte della rete.

Perugia è Città del sollievo –ha detto l’assessore Cicchi- grazie anche alle tante associazioni del territorio –ad oggi quelle aderenti sono 38, ma la rete è aperta e si sta arricchendo giorno dopo giorno- che quotidianamente operano nel sociale, per dare sollievo a chi ne ha bisogno e che rappresentano un valore aggiunto per il territorio. Ma è anche un modo per valorizzare il loro lavoro, potenziarlo, mettendolo appunto in rete. Il prossimo fine settimana –ha concluso Cicchi- sarà l’occasione per riflettere insieme e consolidare le relazioni tra tutti i soggetti, testimoniando il forte valore solidaristico dell’azione della rete.”

Per promuovere e far conoscere questa azione il Comune ha anche voluto dedicare un apposito spazio sul portale istituzionale (http://istituzionale.comune.perugia.it/pagine/perugia-citta-del-sollievo), nel quale si possono trovare tutte le informazioni necessarie e l’elenco delle associazioni che ne fanno parte.

Il dott. Parise, Direttore sanitario della Usl Umbria 1 si è detto particolarmente orgoglioso di  questo territorio che è riuscito a creare una rete così ampia e forte e di poterne fare parte.


Il servizio delle cure palliative –ha detto- è stato molto potenziato negli ultimi anni, non solo all’hospice, fiore all’occhiello della nostra città, che ha però bisogno di essere potenziato, ma anche grazie al lavoro delle tante associazioni che collaborano con noi. Speriamo di poter completare il progetto e di poter garantire autonomia in tal senso a tutte le aree.”


Per Mons. Giulietti, infine, la rete rende evidente come la persona non possa essere considerata monodimensionale, ma sia una realtà complessa, fatta di molte sfaccettature e che come tale vada gestita. “Le forme di rete sul territorio si stanno moltiplicando –ha detto- rendendo il principio di sussidiarietà sempre più vero. E questo perché certe istituzioni, come la famiglia, non sono più in grado di costituire una rete del sollievo come un tempo. Oggi, peraltro, -ha concluso- dobbiamo lavorare perché anche i giovani siano sempre più predisposti a mettersi al servizio dgli altri.”

La dott.ssa Susanna Perazzini ha, quindi, messo in evidenza l’importanza di aiutare le persone malate a recuperare quella dignità che la malattia rischia di togliere a loro e alle loro famiglie, un’attività che l’hospice fa quotidianamente al fine di ridare ai pazienti una adeguata qualità della vità. Molte anche le testimonianze delle associazioni presenti, che si sono dette particolarmente soddisfatte del poter lavorare insieme, condividendo strumenti, metodologie, forze e risultati, nella consapevolezza di quanto sia importante creare relazioni.

Il raduno nazionale si aprirà sabato pomeriggio alla Domus Pauperum, alle ore 15, con un incontro al quale parteciperanno lo stesso assessore Cicchi, il Sindaco Andrea Romizi, Mons. Giulietti, Vincenzo Morgante, presidente della Fondazione nazionale Gigi Ghirotti Onlus, il Direttore Generale dell’azienda ospedaliera di Perugia Emilio Duca e la dott.ssa Perazzini. Proseguirà quindi, domenica mattina con la firma del protocollo e le testimonianze dei rappresentanti delle Città del Sollievo. Si concluderà, nella tarda mattinata, con la Santa messa celebrata da Mons. Paolo Giulietti.

La Rete delle Città del Sollievo, costituita dalla Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti congiuntamente all’Università del Sacro Cuore e con il patrocinio di ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), ha come scopo principale di diffondere la cultura e la pratica delle cure palliative, regolamentate dalla Legge 38 del 15 marzo 2010.

La Rete territoriale del Comune di Perugia conta ad oggi 38 partner tra istituzioni (Usl Umbria 1, Azienda Ospedaliera di Perugia, Archidiocesi di Perugia e Città della Pieve), associazioni, Onlus e fondazioni del Terzo Settore (Anchise Residenza per Anziani, A.N.E.D., APS Coraggio, Arcat, Avis, AVANTI TUTTA onlus, afas, a.i.d.o, aism, A.M.A.T.A. Umbria Onlus, Associazione Madre Speranza Onlus, ANT Italia Onlus, Anteas Umbria; A.U.C.C. Onlus, A.R.ONC. Onlus, AUSER Volontariato Perugia, Beata Colomba Residenza Protetta, Centro Speranza di Fratta Todina, Cesvol, Comitato Paralimpico, Comitato Per La Vita “DANIELE CHIANELLI”, Associazione CON NOI onlus, Confraternita Di Misericordia di PERUGIA – OLMO, Coordinamento Centri Socio-Culturali del Comune di Perugia, Croce Rossa Italiana, Fondazione Sodalizio Di S.Martino, Fontenuovo Onlus Residenza Protetta, Hospice  “La Casa nel Parco”, Associazione MAI SOLI, MPV – Movimento Per La Vita, OVUS Pubblica Assistenza Onlus, Piedibus Del Ben…essere, Centro Cinofilo Speed Dog,  Raggruppamento Speciale di Protezione Civile Onlus, Ufficio Pastorale Della Salute, Umbra Acque S.p.A., Unione Parkinsoniani di Perugia, U.I.C. – Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, Unitalsi).

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*