Test rapidi, giunta e task force covid chiedono si essere ascoltati da comitato controllo

 
Chiama o scrivi in redazione


Test rapidi, giunta e task force covid chiedono si essere ascoltati da comitato controllo

Test rapidi, giunta e task force covid chiedono si essere ascoltati da comitato controllo

“Da oltre una settimana la Giunta regionale e la task force dell’emergenza Coronavirus, senza ottenere alcuna risposta, chiedono di essere ascoltati dal Comitato per il Controllo e la Valutazione sulla questione relativa ai cosiddetti ‘test rapidi’. Lo scopo è di esporre documenti e carte che provano la correttezza dell’operato e sottolineano la totale volontà di questo Esecutivo di muoversi in ambiti di trasparenza e legalità”.

I consiglieri della Lega, Stefano Pastorelli, Eugenio Rondini e Daniele Carissimi, intervengono sulla vicenda con una nota. “Dopo le innumerevoli polemiche sollevate dal presidente De Luca dei 5 Stelle – si sottolinea nella nota – ci ritroviamo in una situazione paradossale. Rimaniamo quindi sorpresi dalla mancata convocazione, da parte del Comitato per il Controllo e la Valutazione, della Giunta e dei rappresentanti della task force regionale, che si è occupata della gestione del contenimento della pandemia da Coronavirus. Perché – si chiedono – il presidente De Luca tarda nella convocazione?”.

“Non è vera democrazia quella piegata alle esigenze esclusiviste di una determinata parte politica. Non si ha vera ricerca di verità – conclude la nota della Lega – quando questa è arginata dalle tempistiche e dalle modalità chi vuole strumentalizzare, senza operare nel pieno rispetto del proprio ruolo e con l’obiettivo di fare reale chiarezza”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*