Mancini (Lega): “È necessario regolamento regionale per esibizioni live”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Mancini (Lega): “È necessario regolamento regionale per esibizioni live”.

Mancini (Lega): “È necessario regolamento regionale per esibizioni live”.

Lo chiede il consigliere regionale Valerio Mancini (Lega), a margine dell’incontro con Francesco Fancelli “noto musicista e storico speaker di RTS (Radio Tiber Sound), e Roberto Pagani, celebre pianista di Claudio Baglioni per 17 anni nonché membro per 7 della band di Raul Casadei”.

“L’interlocuzione con questi due artisti straordinari – dichiara Valerio Mancini – ha sollevato una problematica che va risolta con estrema urgenza, sia a vantaggio dei musicisti, ma anche degli spettatori stessi. Occorre pensare a un regolamento che obblighi coloro che si esibiscono in concerti, sagre e spettacoli, a dichiarare preventivamente la modalità di riproduzione dei brani, che sia live o su base registrata.

LEGGI ANCHE – Caccia, Mancini, Lega risponde alle accuse di Bettarelli PD

Introdurre questa normativa è importante per salvaguardare la professionalità degli artisti che si esibiscono dal vivo, ma anche per il pubblico che assiste che ha il diritto di sapere se sta partecipando a uno spettacolo live oppure a una recita su base registrata. Sarebbe opportuno pertanto esporre nei palchi l’indicazione che riporta la modalità del concerto in esecuzione.

Il Covid ha danneggiato pesantemente il settore dello spettacolo – ricorda il consigliere leghista – per mesi i nostri artisti hanno dovuto rinunciare a lavorare, e adesso meritano di essere sostenuti e tutelati. Il sound italiano non è soltanto musica, ma una filosofia che va coltivata – prosegue Mancini – l’impegno delle istituzioni per salvaguardarne l’eccellenza e difenderne il grande valore, deve essere massimo e unanime.

Per adempiere agli obblighi Siae ogni artista deve comunicare preventivamente i brani che andrà a eseguire – prosegue il consigliere della Lega – in quella sede potrebbe essere fatto obbligo di rendere nota anche la modalità di esecuzione. Al termine della pausa estiva ho intenzione di invitare in audizione i vertici di Siae, i rappresentanti del mondo dello spettacolo e una rappresentanza di circa trenta musicisti che si esibiranno dal vivo, così da affrontare la problematica alla presenza di tutti i soggetti portatori di interesse.

Sarebbe utile – conclude Mancini – che si provvedesse a regolamentare questo aspetto a livello nazionale, ma intanto ci mettiamo al lavoro affinché in Umbria si faccia un passo in avanti a vantaggio dei nostri artisti e di coloro che assistono agli eventi musicali”.

RED/mp link alla notizia: http://www.consiglio.regione.umbria.it/node/69983

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*