Isola Polvese, blitz di Vittorio Sgarbi, visita al Monastero di San Secondo e bagno rigenerante

 
Chiama o scrivi in redazione


Isola Polvese, blitz di Vittorio Sgarbi, visita al Monastero di San Secondo e bagno rigenerante

Isola Polvese, blitz di Vittorio Sgarbi. Visita al Monastero di San Secondo e bagno rigenerante.

Bacchetta: “La presenza di Sgarbi conferma la straordinaria potenzialità  di questo unico e suggestivo angolo del Trasimeno”

Lo Sgarbi che non ti aspetti, arriva a torso nudo con una falcata lunga e decisa. Cordiale e disponibile  si presenta all’improvviso sulla spiaggia  detta della “Renaia” a nord della Polvese facendo restare a bocca aperta i tanti bagnanti presenti che hanno faticato a riconoscerlo.

Con lui c’è l’amico sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, che l’ha portato in barca per il tour pomeridiano fino alla “perla del Trasimeno”.  “Mario mi aveva proposto di andare alla Maggiore – ha chiarito Vittorio Sgarbi – ma io gli ho detto che volevo andare alla Polvese; tutti mi parlavano di un’isola incontaminata e bellissima e in effetti è proprio così”.

Fa una pausa e nel frattempo si spoglia e si tuffa in acqua per il bagno perché la camminata è stata lunga. Il critico d’arte ha visitato il Monastero di San Secondo (dato in concessione all’Arpa dalla Provincia di Perugia), Fattoria Polvese e  Villa Polvese Resort. “Ho chiamato il Presidente Luciano Bacchetta – continua Sgarbi – per ringraziarlo dell’ospitalità in questo splendido posto incontaminato. Con ogni probabilità ad agosto vorrei tornare qui e fermarmi nell’isola per due giorni e godermi la pace di questo posto davvero straordinario”.

“La visita di un importante personaggio pubblico, istituzionale, televisivo, saggista, fra i massimi esperti d’arte come Vittorio Sgarbi ad Isola Polvese – ha detto il Presidente Luciano Bacchetta – conferma la straordinaria potenzialità, non solo turistica e ambientale, di questo suggestivo angolo del Trasimeno. Da tempo la Provincia di Perugia ha investito e progettato sul versante del mantenimento e rivitalizzazione di significativi siti e strutture di particolare pregio storico. Sgarbi ha assicurato che tornerà ancora in Umbria e ad Isola Polvese nel corso dell’estate: ci fa molto piacere e in quella occasione avremo sicuramente modo di approfondire situazioni e peculiarità che in questo breve soggiorno, con la solita padronanza e competenza, non ha mancato di sottolineare.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*