Vuole da droga, assale il padre e ferisce la madre per rapinarla

 
Chiama o scrivi in redazione


Vuole da droga, assale il padre e ferisce la madre per rapinarla

Vuole da droga, assale il padre e ferisce la madre per rapinarla

Aggredisce la madre, colpendola con schiaffi e pugni al volto, ferendola con un cacciavite alle gambe al fine di strapparle la collana in oro che indossava, nonché gli orecchini e gli anelli. Poi si scaglia contro il padre che non gli aveva permesso di portar via i monili in oro, minacciando di ucciderlo, costringendolo ad allontanarsi dalla sua abitazione per evitare peggiori conseguenze.

La Polizia di Stato ha arrestato a Foligno un 40enne italiano, destinatario di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Spoleto per i reati di tentata rapina, lesioni personali e violenza privata.

L’uomo – già noto agli agenti del Commissariato di Foligno per i suoi problemi di tossicodipendenza – pochi giorni prima del suo arresto si era reso responsabile di un grave episodio di violenza nei confronti degli anziani genitori.

Il soggetto, trovandosi in uno stato di profonda alterazione determinato da una crisi di astinenza e dalla correlata urgenza di acquistare dello stupefacente, aveva picchiato la madre. L’uomo, quel giorno, non era riuscito a realizzare il suo intento soltanto grazie al pronto intervento del padre. L’anziana donna ha riportato delle contusioni multiple al volto e delle ferite da punta agli arti inferiori, con prognosi di 21 giorni.

La gravità dell’episodio – ed il timore che il 42enne potesse commettere qualcosa di irreparabile ai danni dei propri genitori – ha indotto gli investigatori del Commissariato di Foligno, costantemente coordinati dalla Procura della Repubblica di Spoleto, a sviluppare, nel giro di pochissimi giorni, tutti gli accertamenti necessari a circostanziare e comprovare l’accaduto.

A quel punto, previa richiesta da parte di quella Procura, il Gip presso il Tribunale di Spoleto ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere, al fine di contenere la spiccata pericolosità del 42enne. I poliziotti del Commissariato folignate lo hanno rintracciato e lo hanno arrestato in esecuzione della suddetta misura cautelare. Subito dopo, l’uomo è stato associato alla casa circondariale di Spoleto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*