Uomo punto da un calabrone Fratticciola Selvatica, è in prognosi riservata

Uomo punto da un calabrone Fratticciola Selvatica, è in prognosi riservata

Uomo punto da un calabrone Fratticciola Selvatica, è in prognosi riservata

È in prognosi riservata un uomo vittima di una puntura di un calabrone. È stato ricoverato in gravi le condizioni di un uomo di 68 anni che nella mattinata di martedì è rimasto vittima di una puntura di un insetto che è stato identificato per un calabrone, sia in base alla caratteristica della puntura che delle conseguenze. L’uomo è stato assalito mentre si trovava in una zona boschiva nei pressi di Fratticciola Selvatica in compagnia di un amico, alla ricerca di funghi. A dare l’allarme alla centrale è stato proprio l’uomo che si è subito reso conto della gravità del caso.

I soccorsi sono stati particolarmente complessi proprio per lo stato dei luoghi. I sanitari del 118 della postazione di Ponte Felcino, come informa una nota dell’azienda ospedaliera di Perugia, già sul posto hanno effettuato le prime terapie urgenti somministrando cortisonici e messo in sicurezza il paziente che necessitava di ossigeno.

L’uomo è stato trasportato al Santa Maria della Misericordia di in codice rosso e al momento viene sottoposto ad ulteriori accertamenti da parte degli specialisti della struttura complessa di Medicina del Lavoro. I sanitari confermano la gravità dell’evento e la prognosi è riservata.

AGGIORNAMENTO: La tempestività delle terapie effettuate già sul posto, con somministrazione di farmaci cortisonici, terapie proseguite nella sala rossa del Pronto soccorso del S.Maria della Misericordia hanno scongiurato uno shock anafilattico all’uomo assalito dai calabroni nella mattinata di martedì in una zona boschiva nelle vicinanze della frazione di Fratticiola Selvatica. Al momento dei primi soccorsi l’uomo non era infatti non cosciente e la presenza di un amico nella boscaglia, che ha provveduto a dare l’allarme, si è rivelata determinante. Le condizione del 68 enne, pur migliorate dopo le terapie dei sanitari coordinati dal responsabile del Pronto Soccorso Paolo Groff, richiedono maggiori approfondimenti clinici: a questo proposito, una nota dell’ospedale informa che il paziente si trova ora ricoverato presso la struttura complessa di Dermatologia dove prosegue il monitoraggio dei parametri vitali. Al momento i medici non hanno ancora sciolto la prognosi, che resta pertanto riservata.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
11 × 15 =