Un pugno in pieno volto a un agente penitenziario, caos al carcere di Capanne

Un pugno in pieno volto a un agente penitenziario, caos al carcere di Capanne

Un pugno in pieno volto a un agente penitenziario, caos al carcere di Capanne

Ancora un aggressione ai danni di un poliziotto penitenziario nel carcere di Perugia di Capanne. A rendere noto l’ennesimo caso è Angelo Romagnoli della segreteria regionale UILPA. Nella mattinata di ieri un detenuto di origini nord africane, trasferito nell’istituto umbro per ordine e sicurezza in quanto recidivo per aggressioni al personale di Polizia penitenziaria, si è scagliato improvvisamente contro un assistente capo coordinatore  sferrandogli un pugno in pieno volto, tanto da rendersi necessarie le cure presso il locale pronto soccorso, riportando una prognosi di 7 giorni.

La segreteria regionale Uilpa esprime solidarietà al poliziotto penitenziario contuso e, nel denunciare ancora una volta le criticità della Casa Circondariale di Perugia, correlate anche alla significativa carenza di organico, sollecita un intervento determinante da parte della direzione affinché solleciti il provveditorato ad integrare la cronica carenza di organico in cui versa l’istituto di Capanne.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*