Uccise studentessa cinese al Lago Trasimeno, deve scontare altri 6 anni di carcere

Uccise studentessa cinese al Lago Trasimeno, deve scontare altri 6 anni di carcere

Uccise studentessa cinese al Lago Trasimeno, deve scontare altri 6 anni di carcere. L’unità del nucleo investigativo di Massa Carrara insieme ai carabinieri locali hanno dato esecuzione all’ordine (emesso il 3 agosto dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale Perugia) per la carcerazione nei confronti di L.P., classe 1976, operaio. L’uomo deve scontare la pena residua di 6 anni e 10 mesi, poiché ritenuto responsabile della morte della studentessa cinese Sheng Chang, 19enne, dopo averla drogata e violentata. Il fatto avvenne nel parcheggio di Monte del Lago, zona Trasimeno il 14 luglio 2013.

Il corpo senza vita della studentessa di 19 anni fu trovato, intorno alle 2.30 del 14 luglio 2013, dietro a un cespuglio al lago Trasimeno. A trovare il cadavere dei giovani campeggiatori italiani che hanno chiamato i carabinieri. Il cadavere è stato trovato riverso a terra, non particolarmente nascosto dalla vegetazione. Sul posto arrivarono i carabinieri della compagnia di Città della Pieve e del comando provinciale di Perugia, coordinati dal sostituto procuratore Massimo Casucci.

 

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*