Tariffario dell’insulto, vigili offesi e risarciti con 4mila euro

Tariffario dell’insulto, vigili offesi e risarciti con 4mila euro

Tariffario dell’insulto, vigili offesi e risarciti con 4mila euro

E’ arrivato il primo caso di risarcimento, sia agli agenti sia all’amministrazione comunale, che sfiora i 4mila euro. Stiamo parlando del tariffario dell’insulto  da applicare nel caso in cui il vigile venga oltraggiato e offeso. A riportare la notizia è la Nazione Umbria di oggi.

Il caso è quello di un cittadino che vistosi multato se l’è presa, secondo il Comune, in maniera pesante con i due vigili di turno. I fatti sono riferiti a un episodio del maggio 2021, durante il quale l’automobilista era stato sanzionato per divieto di sosta in centro storico.

L’articolo 341 bis del Codice penale al comma 3, in tema di reato di oltraggio, prevede che «ove l’imputato, prima del giudizio, abbia riparato interamente il danno, mediante risarcimento di esso sia nei confronti della persona offesa sia nei confronti dell’ente di appartenenza della medesima, il reato è estinto».

L’automobilista, infatti, ha risarcito i danni in favore degli appartenenti al corpo di polizia municipale oltraggiati, versando complessivamente in favore degli stessi l’importo di 1.500 e 1.200 euro. E a questi se ne aggiungono altri 1.200 per il Comune che in virtù di quanto stabilito venti giorni fa con decisione della Giunta, potrebbero essere utilizzati per l’acquisto di materiale specifico ed utile al servizio di polizia locale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*