Stefano Bandecchi riceve notifiche da Digos e Carabinieri per due procedimenti distinti

Il sindaco è stato notificato di un atto tecnico legato a una denuncia per una lettera anonima e della chiusura delle indagini per una denuncia di diffamazione a mezzo stampa

Avviso Conclusione indagini diffamazione, Bandecchi in un caso scottante

Stefano Bandecchi riceve notifiche da Digos e Carabinieri per due procedimenti distinti

Ieri mattina, prima della seduta del consiglio comunale, il sindaco Stefano Bandecchi ha ricevuto la visita degli investigatori della Digos e dei Carabinieri per la notifica di atti legati a due procedimenti distinti. Gli investigatori della Digos hanno notificato al sindaco Bandecchi un atto tecnico legato alla denuncia che presentò in questura per una lettera anonima recapitata nel suo ufficio.

La lettera, contenente minacce di morte e una serie di insulti, sarebbe stata spedita da Palermo. Gli investigatori della Digos, guidati da Marco Colurci, stanno indagando intensamente sulla vicenda.

Nello stesso momento, i Carabinieri hanno notificato al sindaco la chiusura delle indagini nate dalla denuncia dell’assessore regionale alla sanità, Luca Coletto. In questo procedimento, il sindaco è indagato per diffamazione a mezzo stampa.

L’assessore Coletto aveva presentato la denuncia, chiedendo di indagare sulle affermazioni di Bandecchi fatte durante la conferenza stampa del novembre 2022, in cui annunciò la sua candidatura a sindaco di Terni. Durante l’evento, Bandecchi, all’epoca legale rappresentante della Ternana Calcio, criticò il progetto stadio-clinica, bocciato dalla Regione, rivolgendo implicitamente le sue critiche all’assessore al welfare della Regione Umbria. Le indagini sono condotte dal pm Barbara Mazzullo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*