Servono 50 agenti penitenziari a Terni, sicurezza poliziotti a rischio

grida a gran voce l’invio di personale del Corpo di Polizia Penitenziaria

Servono 50 agenti penitenziari, a Terni, sicurezza poliziotti a rischio
polizia penitenziaria

Servono 50 agenti penitenziari a Terni, sicurezza poliziotti a rischio

La FP CGIL Nazionale congiuntamente a quella di Terni grida a gran voce l’invio di personale del Corpo di Polizia Penitenziaria. A parlare è Moreno Loretoni  FP CGIL Umbria per la Polizia Penitenziaria che esprime forti perplessità sulla sicurezza delle donne e degli uomini in divisa, il carcere ternano soffre ormai da anni di un’atavica carenza organica.
Ispettore di Polizia Penitenziaria Andrea SCIARRINI

 Andrea SCIARRINI
Delegato per la FP Cgil Polizia Penitenziaria

Poca attenzione da parte dell’autorità Dirigente Regionale il Dott. Pierpaolo D’Andria che sembra minimizzare gli aventi di cronaca avvenuti circa un mese fà che, nonostante l’identificazione dei soggetti rivoltosi, ancora oggi più della meta sono ubicati nei reparti detentivi di Terni. – continua Giorgio Lucci  Segretario Generale   FP CGIL Terni.

Aggiunge Andrea Sciarrini FP CGIL Polizia Penitenziaria Terni – Limitata considerazione ai diritti dei lavori è emersa nella struttura di Terni, ma non da parte del Direttore o del Comandante ma dall’Amministrazione Regionale e quella Nazionale, un comportamento che mette a rischio la sicurezza sociale dei cittadini e delle donne e uomini della Polizia Penitenziaria. Situazione inaccettabile affermano i rappresentanti della FP CGIL.

Urgono immediati interventi che tutelino concretamente la sicurezza  degli appartenenti al Corpo di  Polizia Penitenziaria, – aggiungono Mirko Manna e Massimiliano Prestini della FP CGIL Nazionale. Abbiamo trovato un clima equilibrato tra linea di Comando e personale che, nonostante la grave carenza organica continua ad espletare il proprio mandato istituzionale con professionalità e dedizione.

Chiederemo  al Capo del Dap Pres. Renoldi e il Direttore Generale del Personale Parisi,  l’immediata assegnazione di almeno 30 unità per sanare, quantomeno, l’organico previsto nel PDC del 2017 che prevedeva nel penitenziario Ternano 241 unità di Polizia Penitenziaria, oggi, su 226 assegnati vi è una forza presente di 203 unità, da cui si devono detrarre 15 unità destinate al NTP , 30 impiegati a carica fissa e 26 distaccati in uscita, destinando al reparto detentivo circa 55 unità, con servizi che vengono accorpati, necessariamente, per la grave carenza organica – conclude Manna: “ Auspichiamo che il Ministro Nordio, il Vice Ministro Sisto e il Sottosegretario Delmastro non aspettino il giorno di Natale per inviare personale, sono a rischio i diritti soggettivi dei lavoratori del Corpo”.

La vita e la sicurezza delle lavoratrici e dei  lavoratori della Polizia Penitenziaria devono essere al primo posto della nuova formazione del Dicastero della Giustizia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*