Rissa Potere al Popolo CasaPound Ponte Felcino, interrogatorio indagati 2 di marzo

Intanto domani la città subito dopo pranzo sarà blindata. Al piazzale del Bove, per il 14,30 è previsto il concentramento per la nuova manifestazione antifascista

Rissa Potere al Popolo CasaPound Ponte Felcino indagati da Pm 2 marzo

Rissa Potere al Popolo CasaPound Ponte Felcino, interrogatorio indagati 2 di marzo

Il Sostituto procuratore della Repubblica di perugia, Gemma Miliani, interrogherà gli indagati della rissa/accoltellamento di Ponte Felcino il 2 di questo prossimo mese di marzo. A dirlo è il difensore di Mario Pasquino, Luciano Ghirgha che ha seccamente smentito le voci che circolano sui social su un suo presunto comunicato stampa. “C’è una indagine della Procura – dice – e noi ci muoviamo secondo le regole”.

Il celebre penalista perugino ha ieri difende Pasquino, insieme all’avvocato  Alessandro Rondelli, mentre Roberto Cencetti ha scelto l’avvocato Giuliano Bellucci sempre dello studio Ghirga.

E’ massimo riserbo sugli scontri con tanto di feriti di martedì a Ponte Felcino, per cui sono stati indagati per rissa e lesioni i due esponenti di Potere a Popolo e tre di CasaPound. All’opposto la versione del leader Antonio Ribecco e degli altri due militanti di CasaPound che hanno denunciato di aver subito l’aggressione. Sarebbero stati loro oggetto di un raid con lancio di bottiglie e bastoni mentre attaccavano i manifesti.

Si cerca, intanto, il sesto uomo perché secondo quanto si dice sarebbero stati in 4 ad aggredire i due esponenti di Potere al popolo.

Intanto domani la città subito dopo pranzo sarà blindata. Al piazzale del Bove, per il 14,30 è previsto il concentramento per la nuova manifestazione antifascista autorizzata ieri dalla questura. Invece massima allerta martedì per l’inagurazione della nuova sede di Forza nuova in viale Roma, a cui è annunciata la presenza del leader nazionale Roberto Fiore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*