Residenze false per pagare meno l’assicurazione e il bollo auto

Residenze false per pagare meno l’assicurazione e il bollo auto

I Carabinieri della Stazione di Castel del Piano, località di Perugia, nella giornata del 30 novembre, al termine di un’attività di indagine, hanno denunciato in stato di libertà, per l’ipotesi reato di falsa attestazione o dichiarazioni a Pubblico Ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri, 12 persone, residenti nel capoluogo umbro, nel Maceratese e in Campania.


Fonte: Comando Provinciale Carabinieri di Perugia


L’attività di indagine scaturita da una denuncia presentata da un dirigente del Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.), di Perugia, ha permesso ai militari operanti, grazie alla conoscenza del territorio e ad un’ottima sinergia con le altre stazioni territorialmente competenti dell’Arma dei Carabinieri a livello nazionale, di raccogliere gravi e concordanti indizi di colpevolezza a carico dei 12 soggetti, i quali nell’autocertificazione necessaria per il trasferimento di proprietà di veicoli acquistati, hanno comunicato una residenza diversa rispetto a quella reale.

La mendace dichiarazione avrebbe permesso alle 12 persone, qualora non scoperti, scegliendo una Provincia o Regione più “vantaggiosa”, non solo di pagare meno tasse sul bollo auto, ma soprattutto di usufruire di “prezzi migliori” sull’RC Auto, nonché, a fattor comune, registrando una residenza non veritiera, di eludere, rendendosi irreperibili, gli accertamenti previsti per legge a seguito del mancato pagamento del previsto bollo auto.

Pagamento che decorsi i tre anni, senza possibilità notificare solleciti, avvisi di accertamento e/o cartelle esattoriali, si estinguerebbe automaticamente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*