Prete arrestato, devastate chiesa e casa di don Vincenzo

Don Vincenzo Esposito vuole uscire dal carcere di Spoleto

Prete arrestato, devastate chiesa e casa di don Vincenzo

Devastate a San Feliciano la chiesa e la casa di don Vincenzo, il parroco arrestato per le accuse di prostituzione minorile e pedopornografia. A riportare la notizia oggi è La Nazione Umbria in un articolo a firma di Sara Minciaroni. A scoprire il tutto è stato il diacono ieri mattina. Il parroco di Magione don Stefano Orsini ha sporto denuncia e informato il cardinale Gualtiero Bassetti.

Sul posto sono arrivati gli agenti della polizia locale di Magione. I ladri secondo una prima ricostruzione hanno forzato un ingresso secondario e da qui hanno avuto accesso prima alla chiesa e poi alla sagrestia, alla cappella e all’abitazione di don Vincenzo. Dalla chiesa pare non siano stati asportati oggetti sacri. Sembrerebbe che siano stati presi di mira gli ambienti privati di don Vincenzo,

Don Vincenzo sarebbe arrivato a pagare i quattro minorenni, ricaricando a distanza le loro Postpay anche con i soldi delle offerte dei fedeli in cambio di fotografie e video. E’ quanto è scritto nelle 150 pagine di ordinanza emessa dal gip di Palermo.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*