Padre e figlio hanno incidente, il bimbo: «E’ colpa mia», ma il papà era drogato e ubriaco

Padre e figlio hanno incidente, il bimbo: «E' colpa mia», ma il papà era drogato e ubriaco

Padre e figlio hanno incidente, il bimbo: «E’ colpa mia», ma il papà era drogato e ubriaco Una triste storia, ma allo stesso tempo tenera. Padre e figlio hanno un incidente con l’auto e il bambino lo difende dicendo: «E’ colpa mia sono io che l’ho distratto. Mi stavo addormentando e lui voleva abbassarmi il sedile». Ma dietro questa storia c’è, purtroppo, ben altro venuto alla luce una volta arrivati in ospedale. La notizia è riportata oggi sulla Nazione Umbria

L’incidente tra il muro new jersey e il guardrail, lungo il raccordo autostradale Perugia – Bettolle all’altezza di Magione, lunedì sera intorno alla mezzanotte. Una impressionante carambola. Il figlio di otto anni prende il cellulare del padre e chiama aiuto. «Il babbo sta male, aiutatemi». Spiega all’operatore del 118 che il padre non parla ed è privo di conoscenza «non mi risponde, si è fatto male». Quando il 118 è arrivato sul posto (due ambulanze una da Passignano e l’altra partita da Perugia) ha trovato l’uomo ancora privo di sensi e con gravi lesioni al volto, dovute probabilmente all’impatto contro il volante al momento dello schianto. Sul posto dell’incidente per i rilievi è arrivata la pattuglia della Stradale.

Vanno in ospedale ma il genitore non è solamente ferito. In ospedale – scrive la Nazione – viene sottoposto ai test di routine, lo trovano positivo all’alcol e alle droghe. Ubriaco e drogato al volante con il figlioletto, questa la pesantissima sintesi della vicenda.

I sanitari hanno trasferito l’uomo e il bimbo al Santa Maria della Misericordia di Perugia. Il 42enne originario di Passignano è stato ricoverato in prognosi riservata. Il piccolo, ricoverato in pediatria, è stato visitato e controllato. Fisicamente sta abbastanza bene,  ma  ma ha trascorso una notte insonne chiedendo del papà. Ora però della vicenda si occuperanno gli investigatori. L’uomo, da prassi, verrà segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti alla Prefettura e denunciato per il reato penale di guida in stato di ebrezza.

La rassegna stampa

Commenta per primo

Rispondi