Padre e figlio, morti sotto al treno, Stefano e Claudio Pannacci deceduti a Senigallia

La tragedia si è consumata verso le 21 all’altezza di via Goldoni

Padre e figlio, morti sotto al treno, Stefano e Claudio Pannacci deceduti a Senigallia

Padre e figlio, morti sotto al treno, Stefano e Claudio Pannacci deceduti a Senigallia

Lo ha visto lanciarsi verso i binari e ha tentato di salvarlo, ma sono morti entrambi. Si tratta di Stefano e Claudio Pannacci. Il padre di 63 anni avrebbe cercato di salvare il figlio di 26, ma non c’è riuscito. La tragedia si è consumata verso le 21 all’altezza di via Goldoni, a Senigallia.

Secondo le prime informazioni, le vittime sono perugine e si trovavano a Senigallia in vacanza. Un treno merci in transito, direzione sud, ha travolto padre e figlio che si trovavano sui binari. Da una prima ricostruzione da parte della Polfer, che ha ascoltato alcuni testimoni, sembra che il padre stesse seguendo il figlio salito sulle rotaie, proprio mentre il convoglio si stava avvicinando. Nel disperato tentativo di salvarlo è rimasto anche lui coinvolto.

Sul posto è intervenuta la Polfer

Sul posto sono intervenuti la Polfer, che ha svolto tutti gli accertamenti per ricostruire la dinamica, il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. Richiesto anche l’intervento dell’Autorità giudiziaria. Dalle 21 il traffico sulla linea Marotta-Senigallia è stato sospeso in entrambe le direzioni.

Cordoglio dell’Amministrazione comunale per la morte di Stefano e Claudio Pannacci. L’Amministrazione comunale di Perugia segue con dolore quanto accaduto alla famiglia Pannacci e si stringe al dolore della mamma del giovane Claudio e del marito Stefano, entrambi deceduti mercoledì sera a Senigallia.
Nel dolore di questo giorno, tutto l’ente si unisce alla vostra sofferenza con un profondo abbraccio.

 

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*