Omicidio Kercher, l’Italia si accinge a risarcire Amanda Knox

 
Chiama o scrivi in redazione


Omicidio Kercher, l'Italia si accinge a risarcire Amanda Knox

Omicidio Kercher, l’Italia si accinge a risarcire Amanda Knox

L’Italia si accinge a pagare ad Amanda Knox i 10 mila e 400 euro riconosciutile dalla Corte europea dei diritti dell’uomo come risarcimento per la violazione del suo diritto di difesa nelle indagini sull’omicidio di Meredith Kercher, per il quale è stata definitivamente assolta. La Corte ha ritenuto violato il diritto di difesa di Knox perché quando venne interrogata per circa 54 ore dalla polizia, tra il 5 e il 6 novembre del 2007, non venne avvertita di essere indagata, non le fu messo a disposizione un avvocato e nemmeno un interprete.

All’avvocato Carlo Dalla Vedova, uno dei difensori, è stato infatti inviato il modulo da riempire con i dati per permettere allo Stato di fare il versamento. Il risarcimento andrà pagato entro 90 giorni. Ai 10 mila e 400 euro andranno sommati gli 8 mila previsti dalla Corte di Strasburgo per le spese legali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*