Morti due ragazzi a Terni, 15 e 16 anni, è giallo sulle cause del decesso, c’è un fermo 🔴▶

 
Chiama o scrivi in redazione


Morti due ragazzi a Terni, 15 e 16 anni, è giallo sulle cause del decesso, c'è un fermo

Morti due ragazzi a Terni, 15 e 16 anni, è giallo sulle cause del decesso, c’è un fermo

Due ragazzi, giovanissimi, F. P. 16 anni studente del liceo Donatelli e G.A.15 anni studente dell’Istituto Tecnico, sono stati trovati morti nei loro letti a Terni. Il primo, il 16enne, in via di Villa Palma e il 15enne nel quartiere di San Giovanni. Una persona è stata fermata. Si tratta di un 41enne ternano. Da quanto si apprende i due giovanissimi erano nei loro rispettivi letti – sarebbero morti mentre dormivano -, e per i sanitari del 118 del Santa Maria non sarebbe restato altro che certificare la morte.

A trovare i corpi senza vita sarebbero stati i loro familiari. Le indagini, condotte dai Carabinieri del comando provinciale di Terni, sono scattate a tappeto con il coordinamento della procura della Repubblica. Quello che si sa e che è ancora più inquietante è che i due ragazzini si conoscevano da molto tempo e insieme avevano giocato a calcio nel pomeriggio di lunedì. [testo continua sotto la foto gallery]



La partitella di calcio i due minorenni l’avrebbero disputata sul campetto che si trova vicino alla chiesa di San Valentino, attività che avrebbero svolto per due volte nello stesso giorno. Da quanto si è appreso i due ragazzi avevano trascorso anche la serata insieme. Poi erano rientrati nelle rispettive case, intorno alle ore 23, per andare a dormire.

  • Il Ros dei Carabinieri, con il coordinamento del Pm Raffaele Pesiri stanno ascoltando i ragazzini che erano con loro sul campo.

La coincidenza fa sospettare agli inquirenti che i due adolescenti possano aver assunto qualcosa insieme. Su quanto accaduto sono in corso indagini da parte dei carabinieri che stanno ascoltando anche gli amici, distrutti dal dolore, dei due adolescenti. Il pm ha disposto l’autopsia sulle salme.

«Sulla scorta delle prime risultanze raccolte sul posto il decesso dei due minori – riferiscono i Carabinieri in una nota -, molto amici fra loro, potrebbe essere collegato all’assunzione di sostanze droganti. Le due giovani vittime avrebbero trascorso la serata di ieri insieme pertanto gli inquirenti, sotto la direzione del dottor Raffaele Pesiri e la supervisione del dottor Alberto Liguori, rispettivamente Pubblico Ministero e Procuratore della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni, stanno ripercorrendo a ritroso quanto fatto nelle ultime ore dai minori, scandagliando a fondo il contesto delle loro amicizie»


2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Rassegna stampa di mercoledì 8 luglio 2020, giornali in pdf
  2. Ragazzi morti nel sonno, arrestato il pusher che ha venduto la dose letale

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*