Minacce social alla Pernazza: “Grazie Polizia postale e ai tanti attestati di affetto e solidarietà”

Scuola, dal Pnrr oltre 9 milioni di euro per le superiori

Minacce social alla Pernazza: “Grazie Polizia postale e ai tanti attestati di affetto e solidarietà”

“Desidero ringraziare tutti gli agenti della sezione operativa per la sicurezza cibernetica della Polizia postale di Terni per il grande lavoro svolto con abnegazione e professionalità. Mi fa piacere che tanti cittadini, politici e rappresentanti istituzionali in queste ore mi stiano manifestando solidarietà, affetto e vicinanza”. Lo afferma la Presidente della Provincia e Sindaco di Amelia, Laura Pernazza, a proposito dell’indagine scattata dopo la querela depositata e che ha portato all’individuazione di un uomo di 57 anni indagato per diffamazione e minacce tramite social ai danni della stessa Presidente.

“Sono contenta – dichiara la Pernazza – che il responsabile sia stato rintracciato perché essere oggetto di diffamazione e minacce tirando in ballo anche gli affetti personali ha creato in me momenti di apprensione, considerando inoltre ciò che era già accaduto tempo fa al Comune di Amelia dove fui vittima di un’aggressione. Continuo a seguire la vicenda tramite il mio avvocato Carlo Viola – aggiunge la Presidente – e confido nel fatto che la giustizia farà il suo corso. Questo episodio – sottolinea poi – conferma, se ce ne fosse bisogno, che i social devono essere usati con moderazione e in modo corretto, cosa che invece a volte non accade, come in questo caso. La critica e il confronto, anche aspro – nota ancora la Presidente -, fanno parte della politica, ma i termini che si usano devono essere improntati alla moderazione e non possono travalicare la normale dialettica tra le parti o, peggio, trascendere nel personale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*