Meredith: Corte ordina nuova perizia e testimonianza

Raffaele Sollecito e Amanda Knox
Raffaele Sollecito e Amanda Knox
Raffaele Sollecito e Amanda Knox

(umbriajournal.com) FIRENZE – I giudici della Corte d’assise d’appello di Firenze, dopo 3 ore di camera di consiglio, hanno deciso di effettuare nuove perizie e di ascoltare di nuovo alcuni testimoni avanzate dalle parti durante la prima udienza del nuovo processo di secondo grado per l’omicidio di Meredith Kercher avvenuta oggi, 30 settembre 2013.

Gli imputati sono Amanda Knox e Raffaele Sollecito che non erano presenti in aula. Il sostituto procuratore generale Alessandro Crini si è detto favorevole che venga analizzata la terza traccia di Dna trovata sul coltello che si ritiene essere l’arma dell’omicidio di Meredith Kercher, e l’audizione di Luciano Aviello, già ascoltato durante il processo e poi accusato di calunnia. Crini ha finito Aviello un ”tipo improbabile” alla luce dei suoi precedenti ”di calunnia e auto calunnia”.

Il sostituto procuratore generale ritiene comunque corretto seguire le indicazioni della Cassazione in merito sia alle tracce sul coltello sia ad Aviello. Fra le richieste delle difese anche quella della costituzionalità che è stata, però, respinta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*