Lotta alla droga in Altotevere neanche vent’anni e già tossici, quattro segnalati

Lotta alla droga in Altotevere neanche vent'anni e già tossici, 4 segnalati

Lotta alla droga in Altotevere neanche vent’anni e già tossici, quattro segnalati

Nell’ambito dei controlli straordinari del territorio finalizzati al contrasto dei fenomeni di criminalità, gli Agenti del Commissariato di Città di Castello, con l’ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria – Marche”, hanno effettuato un mirato servizio di pattugliamento nell’omonimo centro storico.

Nel corso della predetta attività sono stati sottoposti a controllo sei esercizi pubblici e identificate ottantaquattro persone.

Inoltre, un cittadino salvadoregno 18enne, residente nel Comune di Città di Castello e privo di precedenti di polizia, è stato trovato in possesso di un involucro contenente gr. 2,41 – di hashish.

In particolare, nel tentativo di eludere il controllo del personale operante, alla vista degli Agenti il 18enne ha tentato di celare la droga dietro a una impalcatura posta a ridosso di un immobile in ristrutturazione. La sostanza è stata sottoposta e sequestro ed il giovane è stato segnalato alla Prefettura di Perugia ai sensi dell’art.75 del Testo Unico delle leggi in materia di stupefacenti e sostanze psicotrope.

Analoga contestazione è stata operata a carico di un cittadino italiano 20enne, avente precedenti in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio, rintracciato all’interno di una sala giochi cittadina. In questo caso il ragazzo, visti gli Agenti entrare nel locale, ha tentato di occultare lo stupefacente – risultato pari a gr. 0,84 di hashish- dietro alla slot machine con cui si stava intrattenendo. Il movimento repentino, tuttavia, è stato intercettato dagli operatori che, dopo aver proceduto al sequestro dello stupefacente ed alla contestazione dell’illecito amministrativo, riscontrando che il giovane aveva la diretta ed immediata disponibilità di un veicolo, hanno proceduto al ritiro della sua patente di guida.

Inoltre, i poliziotti procedevano al controllo degli occupanti un’autovettura, due giovani di 38 e 35 anni di nazionalità algerina, aventi precedenti in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio, apparsi agli operatori in evidente stato di alterazione. Condizione, questa, suffragata dalla presenza, nell’abitacolo della vettura, di alcuni fogli in alluminio recanti tracce di sostanza stupefacente combusta poco prima.

Dal controllo emergeva la presenza di un involucro contenente gr. 0,43 di eroina. Sostanza che, anche in questo caso, è stata sottoposta a sequestro. Ai trasgressori, assuntori di stupefacenti, è stato contestato l’illecito amministrativo previsto dalla normativa vigente.

Il conducente 38 enne è stato altresì deferito, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, poiché, in presenza di elementi fattuali, si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sullo stato di alterazione psicofisica conseguente all’assunzione di sostanze stupefacenti, con conseguente ritiro della patente di guida.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
36 ⁄ 18 =