Morto Leonardo Leo Cenci, i suoi ultimi giorni di lotta contro il tumore

Perugia onora Leonardo Cenci, percorso verde intitolato al Guerriero
Leonardo Cenci

Leonardo Cenci è morto, il brutale cancro ce lo ha portato via

Il nostro Leo è volato in cielo, tra gli angeli – scrive Avanti tutta oggi su Facebook -. La sua missione sulla terra è terminata questa mattina, poco dopo le ore 10. Di questi sei anni che gli sono stati “regalati” dalla malattia non ha sprecato neanche un giorno. Con i sogni ai piedi e l’invincibilità nel suo cuore è riuscito a realizzare tanti dei suoi desideri ed il resto saranno portati a compimento perché il patrimonio umano e materiale che lui ha creato non andrà disperso. Corri Leo in cielo, corri felice e veglia su chi, come noi, ti ha voluto sempre bene. Corri e ricordaci che dobbiamo sempre credere nei nostri sogni e nella forza dell’amore andando sempre #AvantiTutta. R.I.P. Guerriero

E’ così, Leo ci ha lasciati. Il brutale destino ce lo ha portato via, dopo 6 anni di lotte

E’ così, Leo ci ha lasciati. Il brutale destino ce lo ha portato via, dopo 6 anni di lotte. Dure battaglie per combattere quel cancro che lo aveva sempre visto sorridente e vincitore. Il 46 enne Leonardo Cenci, “Leo il guerriero” per tutti, aveva fondato l’associazione Avanti Tutta onlus, dove il pollice giallo era diventato il motto, insieme alla linguaccia. Leonardo aveva un adenocarcinoma polmonare al quarto stadio, inoperabile ed inguaribile con metastasi alle ossa e al cervello.

Tutta Umbria, l’Italia e il Mondo lo hanno seguito ovunque

Tutta Umbria, l’Italia e il Mondo lo hanno seguito ovunque, dove lui andaVa. Anche a New York, dove più volte aveva partecipato alla Maratona. Leonardo Cenci è stato il primo atleta con un cancro in atto a correre due volte la celebre competizione e i tempi realizzati hanno testimoniato la sua forza e la sua determinazione. Il suo record nel 2017 era stato di quattro ore, sei minuti e sedici secondi, battendo quello del 2016. Leo correva tanto per sconfiggere e vincere quello che poi alla fine lo ha buttato in un letto di ospedale e fatto «passare a migliore vita», come lui sempre diceva.

Ha corso per lui e tutti noi e per tutti noi è stato un esempio di vita eterna. La gioia e la voglia di vivere che emanava ogni volta, quando lo sentivi parlare, quando lo ascoltavi, ti davano un coraggio, una forza infinita, una marcia in più e una speranza a chi l’aveva perso da tempo. Il suo cuore, le sue donazioni, il suo amore per la vita lo hanno reso per sempre immorale nei nostri cuori.

Sembrava non dovesse mai accadere e invece è successo

Sembrava non dovesse mai accadere e invece è successo. Ciao Leo, il nostro è solo un arrivederci, come quello che ci davano ogni volta quando ci incontravamo per le interviste di routine. Sarai un esempio da seguire la tua forza e il tuo coraggio hanno cambiato il modo di pensare di tante persone che come te hanno incrociato un mostro difficile da battere.

Corri veloce, corri Guerriero, corri ancora Leo, continua a farlo anche da lassù

Quel bastardo non ti ha voluto mollare e alla fine hai ceduto tu…
Adesso, veloce e leggero come una gazzella, potrai per sempre correre tra gli Angeli, perché quel peso che ti sei portato dietro per tutti questi anni non ci sarà più…
Arrivederci Leo, questo è solo un arrivederci “Anima Bella”.

I funerali si terranno il 31 gennaio alle 15 nel duomo di Perugia. A celebrare il rito sarà il vescovo delegato ad omnia monsignor Paolo Giulietti insieme a don Saulo Scarabattoli, parroco della famiglia di Leo.


Per non dimenticarsi di lui, questa è la storia della sua vita


 

Le sue parole resteranno per sempre nei nostri cuori, ne faremo tesoro

3 gennaio 2019: Ogni volta che mi succede qualcosa di buono, mi impegno con tutto me stesso di far succedere qualcosa di buono a qualcun altro, cercando di contagiarlo di amore per la vita😍energia positiva💪 e forza di volontà 💝E tutto questo mi rende molto felice e utile a tutti coloro che ne hanno bisogno ed io sono uno di questi 😊 soprattutto dal 24 dicembre che sono ricoverato in Oncolologia Medica 🏩dopo essere stato per più di 36 ore in stato vegetativo, con numerose crisi epilettiche, dolori fortissimi,crisi vagali, altissime dosi di cortisone, farmaci anti epilettici stavolta ho rischiato davvero di perdere la vita… Tanti affettuosi auguri di buon 2019 a tutto l’ esercito di sostenitori, e che sia per ognuno di voi un anno di soddisfazioni, gioia, gratitudine e serenità condivise con le persone a cui volete più bene… E graaazie di cuore per l’affetto che mi state dimostrando❤️AVANTI TUTTA e vi voglio tanto bene🤩🥰

29 dicembre 2018: … secondo ricovero a dicembre dopo solo un solo mese. Situazione complicatissima con 2 giorni totale di incoscienza, in ospedale con crisi epilettiche… sarò costretto a passare l’inizio del 2019 nel “resort dell’oncologia medica” per cercare di rimettermi in pseudo forma🏩 c’è però una bella notizia che è stata quella che anche questa volta sono sopravvissuto, visto che a detta dei medici se non mi fossi ripreso in 48 ore probabilmente avrei potuto finire così la mia vita❣️ AVANTITUTTA e graaazie per il sostegno🙏💖

18 dicembre 2018: Stamattina appena sveglio nella mia solita preghiera ho ringraziato ancora più profondamente Dio per tutto ciò che ho, malattia compresa, per la sua protezione che mi regala nel farmi continuare a vivere decentemente e per avermi fatto capire appieno il senso della vita, dato modo di apprezzarla in pienezza, vederla con un’altra prospettiva, e viverla davvero al meglio che riesco… sebbene il cancro si faccia sentire eccome sul mio corpo, ancora un po’ dolorante e acciaccato, cerco di andare avanti dritto e determinato e lo combatto anche facendogli vedere che sono ancora io a tenerlo per le redini e a domarlo. E poi ho voi, amici e sostenitori che mi date la forza necessaria per non mollare di un millimetro, e combatterlo e affrontarlo con questo spirito così coraggioso e sereno… VI VOGLIO UN GRAN BENE  grazie di cuore e bellissima giornata a tutto il mio esercito   

24 novembre 2018: Non rinuncerò mai a credere nei miei sogni e non smetterò mai di crederci, neppure se il mio ettroencefalogramma dovesse risultare piatto!!!🤪Dalle mie esperienze di vita, ho imparato che niente è impossibile se ci si crede veramente!!! Caro cancro fatti avanti, non ti temo e stanne certo che ti darò del filo da torcere fino alla fine e lotterò come un forsennato fino all’ultimo respiro della mia vita… Ho ancora tante di quelle cose da fare che tu non hai idea, e figurati se mi lascio spaventare da te! La vita ci pone degli ostacoli, i limiti siamo noi invece a porceli. Un abbraccio a tutti, un bellissimo weekend e grazie per il bene che mi date e che mi fate sentire.

6 novembre 2018: In queste 72 ore di ricovero in oncologia come potete vedere seppure con tenacia e tanta fatica sono già in piedi dopo questa improvvisa impennata del cancro che mi ha causato notevoli danni; ma in questi 3 giorni non è riuscito a togliermi la voglia di lottare, e credo proprio che non ci riuscirai MAI!!!
Convivere con un brutto cancro in modo sereno, sentire l’amore dei miei genitori e delle persone che mi vogliono bene, il sostegno di ognuno di voi che con le vostre preghiere❤️🙏 con un commento o con un “like” mi fate sentire amato e felice😍
E poi c’è il buon Dio, che mi ha dato un’enorme croce da portare sulle spalle forse perché in cuor suo sapeva che nonostante tutto sarei stato in grado di donare emozioni e messaggi positivi per gli altri❤️
… Ora però sono obbligato a prendere una fase di riposo per riuscire a rimettermi in forza, e ve lo dico con il cuore non abbandonatemi che io senza il vostro affetto e il vostro sostegno probabilmente non riuscirei ad affrontare il brutto cancro con la stessa grinta❣️
… L’AVRÀ CAPITO “L’OSPITE” CHE LO FARÓ TRIBOLARE E NON POCO PRIMA DI FARMI PASSARE A MIGLIOR VITA???

4 novembre 2018: … Credo proprio che il reparto dell oncologia medica, sia molto affezionato a me, d’altro canto non potrebbe essere diversamente, visto che anche io lo adoro💖💖💖
Si dice che Dio lasci le battaglie più difficili ai suoi soldati migliori… io credo che mi abbia confuso con RAMBO 😜😜😜 … ieri sono stato ricoverato in oncologia 🏩 per diversi gravi problemi; perdita di sensibilità agli arti superiori e inferiori, perdita dell’ udito, fortissimo mal di testa e perdita dell’ uso della parola… Buona domenica, AVANTI TUTTA, ORA PIÙ CHE MAI!!! E pregate per me🙏🙏🙏 Vi voglio bene💖💖💖

correlati

1 Commento

  1. capiscoeonardo! Sì,addio, perché è presso Dio che ci ritroveremo e vivremo nella Sua luce per l’eternità. Ti ricordo ragazzino sui banchi di scuola e adesso capisco perché non apparivi completamente coinvolto dall’attività didattica: la scuola ti stava stretta! Lo hai ampiamente dimostrato dopo, specialmente nel periodo per te più difficile, quello della tua malattia combattuta con la forza di un vero leone e non è un caso che per tutti eri e sei soltanto “LEO”!!! Addio Leonardo carissimo!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
8 + 9 =