Incidente Pievaiola, chef morto, indagato l’amico alla guida dell’auto

Incidente Pievaiola, chef morto, indagato l’amico alla guida dell'auto

Incidente Pievaiola, chef morto, indagato l’amico alla guida dell’auto

L’amico di Luka Cifci, il 23enne morto venerdì mattina per le ferite riportate in un incidente avvenuto lungo via Pievaiola alle prime luci dell’alba, come atto dovuto è stato iscritto nel registro delle notizie di reato con l’accusa di omicidio stradale.

L’autopsia sul corpo di Luka verrà eseguita domani mattina dal medico legale, Massimo Lancia.

Il conducente, al pari degli altri due ragazzi, è stato portato in ospedale per tutti gli accertamenti del caso e sottoposto ai prelievi per effettuare alcol test e drug test. Sia lui che gli altri ragazzi non hanno riportato ferite.

I quattro ragazzi stavano tornando verso Castiglione del Lago dopo una notte passata in una discoteca a Perugia. E poi l’incidente finendo contro il guardrail.

L’impatto è stato molto violento. Luka era sul sedile posteriore ed è stato sbalzato via dal finestrino. Sul posto sono intervenute i sanitari del 118 con diverse ambulanze.

I soccorritori hanno provato qualunque manovra per salvare Luka, ma il giovane è deceduto durante la corsa verso il Santa Maria della Misericordia. Luka Cifci era un 23enne che lavorava come chef in un ristorante di Castiglione del Lago.



Incidente stradale mortale all’alba sulla Pievaiola, 4 feriti, muore un ragazzo del ’99

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*