Ex capo della omicidi condannata a tre anni e tre mesi

 
Chiama o scrivi in redazione


Operazione Spada, revocati gli arresti domiciliari a Leopoldo di Girolamo

Ex capo della omicidi condannata a tre anni e tre mesi

Tre anni e tre mesi di reclusione per l’ex capo della squadra omicidi della questura di Perugia. E’ la sentenza di condanna pronunciata ieri in primo grado dal collegio presieduto da Mariella Roberti. Era accusata dal pm Giuseppe Petrazzini di aver svolto accertamenti arbitrari su una psicologa nominata dal tribunale nell’ambito di una controversia con il coniuge. Lo riportano oggi i quotidiani della carta stampata.

Il collegio, per la collega vice sovrintendente della polizia, ha stabilito una condanna a 3 anni e 2 mesi, sempre per quei due accessi abusivi al sistema informativo interforze per cercare informazioni sulla professionista nominata dal tribunale. Assolte entrambe per gli altri capi di imputazione, con il pm Giuseppe Petrazzini che aveva chiesto, rispettivamente, una condanna a 4 anni e 3 mesi e 4 anni e 10 mesi.

Un’altra poliziotta è stata condannata a un anno per un accesso allo Sdi, due carabinieri a un anno e tre mesi e un altro condannato a un anno e tre mesi. Per tutti loro, con una condanna inferiore ai due anni, la pena è sospesa. Assolti tutti gli altri.

Il collegio ha stabilito un risarcimento del danno da quantificarsi in sede civile, più una provvisionale di 10mila euro per la psicologa e di 5mila euro per una delle sue figlie, costituite come parte civile nel processo e assistite dall’avvocato Valeriano Tascini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*