E’ morto Andrea Jengo direttore Rai sede Toscana e Umbria

E' morto Andrea Jengo direttore Rai sede Toscana e Umbria

E’ morto Andrea Jengo direttore Rai sede Toscana e Umbria

E” morto Andrea Jengo, 65 anni, direttore della sede Rai della Toscana e dell” Umbria. A darne notizia l” Associazione stampa della Toscana il cui presidente Sandro Bennucci e organismi dirigenti esprimono alla moglie Emilia, alla figlia, ai colleghi e ai dipendenti Rai della Toscana sentite condoglianze, partecipando al loro dolore. Jengo, secondo quanto appreso, è morto a Roma, in ospedale: i funerali si terranno il 14 novembre ad Assisi dove risiedeva.

Jengo, ricorda l” Ast, era “da molti anni a Firenze” ed “è sempre stato molto vicino alla città e alle istituzioni per le mille iniziative promosse e ospitate con il patrocinio della Rai. Per quanto riguarda il sindacato dei giornalisti,

Jengo è sempre stato un amico sincero, manifestando grande sensibilità non solo per i seminari di formazione, ma anche per tutto quello che riguarda la nostra professione: fu fra i promotori dell” idea di intitolare il mitico studio C della sede Rai a Paola Nappi, collega che si ammalò durante i servizi dal Giglio sulla Concordia e che morì dopo non breve agonia. Lo ricordiamo anche fra i più attivi, tre anni fa, nelle celebrazioni del cinquantesimo anniversario dell” alluvione di Firenze”.

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, esprime profondo cordoglio per la improvvisa scomparsa di Andrea Jengo, direttore delle sedi RAI dell’Umbria e della Toscana. La presidente ha inviato telegrammi di cordoglio e vicinanza alla famiglia Jengo ed alla Sede Rai dell’Umbria.

L’Associazione Amici di Spoleto presieduta da Dario Pompili, appresa la notizia della improvvisa scomparsa del direttore della sede della RAI dell’Umbria, Andrea Jengo, esprime il più profondo cordoglio: “Sono profondamente addolorato – dichiara Dario Pompili – per la improvvisa scomparsa di Andrea Jengo. Non posso non ricordare la sua strordinaria disponibilità e la preziosa collaborazione prestata nell’ambito del Corso propedeutico di gionalismo intitolato a Walter Tobagi realizzato a Spoleto dalla nostra Associazione. Giungano alla sua famiglia le più sentite condoglianze”.

Il Presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta e nome del Consiglio provinciale esprime dolore e cordoglio alla notizia dell’improvvisa scomparsa di Andrea Jengo, Direttore della sede Rai di Perugia.

“Una notizia di quelle che lasciano sgomenti – dichiara Bacchetta – , postata questa mattina su Facebook dal caporedattore del TGR Rai Umbria Gianfranco Trapanese che ha scritto una toccante testimonianza di amicizia e stima. Andrea era un mio carissimo amico e già so che mi mancherà. Mi unisco a quel senso di impotenza di fronte a una morte prematura che lascia un grande vuoto in chi ha avuto l’onore e il piacere di conoscerlo. Tanto più da parte di chi, come Jengo ha sempre vissuto e sostenuto le ragioni di un giornalismo libero e al servizio della collettività.  Siamo vicini ai familiari e ai giornalisti della Rai sperando che arrivi loro l’abbraccio degli abitanti di una provincia intera”.

Il più sincero e sentito cordoglio giunga anche dall’Ufficio stampa della Provincia di Perugia .

Cordoglio del Sindaco Alemanno per scomparsa Andrea Jengo

“Apprendo con grande commozione e profondo dispiacere della scomparsa di Andrea Jengo, professionista serio e persona di grande caratura morale e culturale. La sua vicinanza sia personale, cui mi legava una profonda amicizia, che professionale, soprattutto all’indomani degli eventi sismici del 2016, ha contribuito a dare voce al nostro territorio attraverso una costante attenzione

e quindi fare in modo che quanto accaduto non diventasse oblio. A tutta la sua famiglia e alla ‘famiglia professionale’ delle sedi Rai di Umbria e Toscana le mie più sentite condoglianze, di tutta l’Amministrazione comunale e della città”

Così il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno ricorda Andrea Jengo, direttore delle sedi Rai di Umbria e Toscana, venuto a mancare questa mattina.

L’Amministrazione comunale di Perugia partecipa al cordoglio della famiglia, dei giornalisti e degli operatori della sede Rai di Perugia per la scomparsa del direttore della sede Rai dell’Umbria e della Toscana Andrea Jengo. “Apprendiamo con tristezza della morte del dott. Jengo e ci stringiamo alla sua famiglia e ai suoi colleghi, manifestando le condoglianze di tutta la città. Del direttore Jengo abbiamo avuto modo più volte di apprezzare la professionalità giornalistica e la capacità manageriale. In particolare, vogliamo ricordare e ringraziarlo un’ultima volta per la fattiva collaborazione data in occasione delle campagne di comunicazione di Art Bonus del Comune di Perugia fin dall’inizio, nel 2014, che in qualità di direttore Rai aveva condiviso in pieno e aiutato a crescere.”

Stefania Proietti

“La città di Assisi è profondamente addolorata – ha dichiarato il sindaco Stefania Proietti – per l’improvvisa morte di Andrea Jengo, dirigente Rai di notevoli capacità e sensibilità, figlio di questa terra da lui tanto amata e sostenuta.

Direttore delle sedi dell’Umbria e della Toscana, si è sempre adoperato al servizio delle comunità e ha vissuto interpretando e rispettando lo spirito e la missione del giornalismo pubblico.

La sua scomparsa lascia un grande vuoto in chi ha ha avuto il privilegio di conoscerlo, apprezzarlo e amarlo. A nome personale, dell’amministrazione e della cittadinanza abbraccio i familiari in questo triste evento”.

Associazione Stampa Umbra

Profondo cordoglio da parte dell’Associazione Stampa Umbra e della Federazione Nazionale della Stampa Italiana per l’improvvisa morte di Andrea Jengo Direttore della sede Rai della Toscana e dell’Umbria. Jengo, 65 anni, era un dirigente Rai stimato ed apprezzato in tutti gli ambiti dell’informazione e a tutti i livelli istituzionali. Nato a Roma il 24 maggio, dopo un periodo di impegno sindacale nell’amministrazione penitenziaria era entrato come funzionario in Rai ricoprendo incarichi di prestigio. Era stato direttore della sede Rai di Ancona e poi da 13 anni di quella di Perugia. Da nove guidava contemporaneamente anche la sede Rai di Firenze, oltre a quella del capoluogo umbro.

Asu e Fnsi si uniscono al dolore della famiglia e di quanti, amici e colleghi, hanno avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
8 − 6 =