Corte dei Conti assolve Walter Orlandi, incarico Pioppo, ha fatto risparmiare

 
Chiama o scrivi in redazione


Corte dei Conti assolve Walter Orlandi, incarico Pioppo, ha fatto risparmiare

Corte dei Conti assolve Walter Orlandi, incarico Pioppo, ha fatto risparmiare

Secondo la Corte dei Conti, l’allora direttore generale Walter Orlandi, attribuendo incarico di direttore sanitario alla dottoressa Manuela Pioppo, ah fatto risparmiare l’ospedale. Secondo la Corte contabile, quindi, non c’è stato alcun danno erariale. Anzi, la dottoressa Pioppo – svolgendo più incarichi – ha fatto economizzare. Questo è quanto emerge dalla sentenza della Corte dei conti dell’Umbria al termine dei giudizio a carico di Pioppo e Orlandi.

Segnatamente la Corte ha dichiarato la prescrizione dell’azione per il periodo compreso dal 7 febbraio al 12 novembre del 2012 e ha rigettato la domanda di risarcimento riferita agli altri periodi che erano stati contestati

La procura contabile aveva sostenuto la illegittimità dell’ attribuzione degli incarichi, chiedendo la condanna di Orlandi e Pioppo al pagamento di poco più di 109 mila euro.

Per la Corte però “il danno non si è verificato”. In definitiva, non si è verificato nessun danno erariale, ma piuttosto c’è stato un risparmio da parte dell’Azienda ospedaliera e questo a in virtù del fatto che la dottoressa Pioppo svolgeva più incarichi.

Assolvendo a più ruoli, in sostanza, non sono state necessarie altre unità lavorative.

Il danno, in sostanza, “dovrebbe aver comportato un pregiudizio patrimoniale per l’Ente, riconducibile a un esborso non commisurato alla qualità della prestazione resa, nella realtà non si è verificato“.

E, quindi, “lo svolgimento di più incarichi da parte della dipendente ha comportato addirittura la realizzazione concreta di un’economia a favore dell’Azienda ospedaliera, derivata dal mancato impiego retribuito di altre unità. lavorative (viceversa verificatosi in precedenza, prima della attribuzione di detti incarichi a un unica persona fisica), opposta concettualmente in compensazione dalle parti convenuto e quantificabile approssimativamente in una cifra comunque superiore a quella calcolata dall’inquirente“.

L’accusa mossa dalla Procura regionale aveva preso spunto da un esposto arrivato il 7 luglio 2015, sottoscritto da due componenti della Direzione medica dell’Azienda Ospedaliera dì Perugia nel quale veniva segnalata la vicenda del conferimento a Manuela Pioppo dell’incarico di direttore sanitario prorogando poi il suo ruolo di responsabile di direzione medica di presidio. I due erano stati citati per ottenere un risarcimento di 109.512 euro e questo perché si erano ritenute non legittime le delibere con la quale Pioppo era stata nominata.

«Sono soddisfatto – ha detto Orlandi raggiunto al telefono dalla nostra redazione – significa che la giustizia esiste. E’ stato riconosciuto che abbiamo sempre lavorato negli interessi della sanità pubblica e dell’azienda ospedaliera. E’ una grossa soddisfazione».

Il dott. Walter Orlandi si è costituito col patrocinio dell’Avvocato Lietta Calzoni, mentre la dottoressa Pioppio era assistita dal legale, Francesco Falcinelli.

(mm)

 

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*