Cinghiali nascosti nella boscaglia, battuta senza uno sparo

Peste suina africana, Confagricoltura: interventi immediati e necessari

Cinghiali nascosti nella boscaglia, battuta senza uno sparo

Quindici cinghialisti con cinque cani, una trentina tra agenti della Municipale, al comando del Maggione Nicoletta Caponi, Polizia e Forestale. Queste le persone messe in campo per la battuta di caccia al cinghiale autorizzata dal comune di Perugia, nel fondo del parco di santa Margherita, a due passi dal centro storico. La braccata si è conclusa infatti senza uno sparo. I cani, infatti, non sono riusciti a stanare i cinghiali, che sono rimasti nel fitto dei rovi e della boscaglia. L’operazione è scattata alle 7 in punto e si è conclusa alle 12. Le forze dell’ordine hanno regolato il traffico e presieduto l’area tra via Enrico dal Pozzo, san Girolamo, Montevile e via XIV Settembre con il timore che i cinghiali pressati dai cani potessero uscire dai boschi per riversarsi in strada.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*